Senhit racconta il suo Eurovision: “E’ come essere sulle montagne russe” | Poi parla di Achille Lauro

Marte: le nuove foto del delta del fiume
27 Aprile 2022
Marte: l’elicottero sorvola i resti del paracadute
28 Aprile 2022

La bravissima ed energica cantante Senhit ha rappresentato lo scorso anno San Marino, durante l’Eurovision Song Contest. Il suo brano Adrenalina (che ha visto anche la collaborazione con il rapper Flo Rida) ha sin da subito ottenuto un grandissimo successo a livello mondiale. Ha così accettato di incontrarci e ci ha raccontato la sua incredibile esperienza in una delle kermesse canore più importanti dell’anno.


Hai all’attivo una lunga carriera e numerosi successi. Ma quando è nata questa fiammella? Quando hai scoperto che la musica sarebbe stata la tua strada?

Ero una ragazzina e avevo una grande passione per la musica: cantavo spesso dinnanzi alla mia famiglia. Ho due genitori che hanno creduto che questo fosse un lavoro instabile, e hanno quindi cercato di convincermi del contrario. Ho così approfondito gli studi e, contemporaneamente, ho fatto concerti nelle scuole o in garage. Poi si è trasformato in lavoro, e ho ancora oggi un grande entusiasmo e una grande energia per quello che faccio.

Hai partecipato lo scorso anno all’Eurovision Song Contest, rappresentando San Marino. Cosa ricordi di quella esperienza e cosa ti ha lasciato più di tutto?

Questa è stata la mia seconda esperienza su quel palco, ed è stato davvero fantastico! La prima volta è avvenuta nel 2011, e fu senz’altro una grande sorpresa. L’anno scorso è stato invece per me un modo di rivalsa e un’avventura meravigliosa: quando sei lì, sembra di essere sulle montagne russe. E’ stata una settimana allucinante, ma lo rifarei moltissime volte. Quest’anno sono stata invece invitata nel circuito dell’Eurovision: durante quei giorni, si svolgono infatti a Torino molti altri spettacoli in piccoli club della città. Mi esibirò quindi in un locale tipico torinese, che ha deciso di organizzare eventi serali con gli artisti che hanno in passato partecipato all’Eurovision.

Hai collaborato con Flo Rida: cosa ti ha insegnato lui professionalmente parlando?

Lui è senz’altro un grande rapper americano che ho avuto il piacere di conoscere lo scorso anno. E’ una persona molto umile e cordiale, ma anche un grande professionista, disponibile e gentile. Ha sposato subito la causa del mio spettacolo e della mia canzone. E’ uno dei più grandi rapper del mondo, che ho avuto modo di rivedere nei mesi passati.

Il brano Adrenalina ha superato 15 milioni di stream ed è entrata in classifica in 22 Paesi. Com’è nata l’idea per questo brano? Ti saresti mai aspettata tutto questo successo?

Il brano è nato in maniera inaspettata e sorprendente. Dovevamo partecipare all’Eurovision del 2020 con Freaky (quell’edizione non si è più tenuta a causa della pandemia). Adrenalina è nata durante il Covid; la canzone è colma di energia e dovevo assolutamente portarlo. E’ così nata anche la collaborazione con Flo Rida.

LEGGI ANCHE –> Malik Harris si racconta prima dell’Eurovision 2022: “Non vedo l’ora di conoscere il pubblico italiano”

Quest’anno hai invece condotto Una Voce per San Marino. Cosa consiglieresti ad Achille Lauro, che quest’anno rappresenterà San Marino durante l’Eurovision?

Ho avuto modo di conoscere Achille Lauro durante la kermesse di San Marino. Nel mondo dell’Eurovision, mi sento sempre a casa. Quando ha vinto Achille, sono stata altrettanto contenta. Lui è molto particolare, estroverso. Sono contenta che ci sia lui su quel palco. Vorrei consigliargli prima di tutto di essere autentico, e so che lui già lo è.

Quali sono i tuoi futuri progetti? Puoi anticiparci qualcosa?

Uscirà un nuovo brano che verrà pubblicato in estate, sempre in inglese. Orecchiabile e ballabile. Seguiranno poi tante altre novità, tra cui i concerti live.

Intervista a cura di Stefania Meneghella