Milano: perla lombarda da visitare tra cultura, arte e storia

Dolci di Carnevale: ricette tradizionali subito pronte
27 Febbraio 2022
Marte, l’elicottero Ingenuity vola per la 20esima volta
27 Febbraio 2022

Un viaggio nella capitale indiscussa della moda, nella Milano famosa tra passerelle e shopping sfrenato. Oltre alle boutiques ed agli ateliers più rinomati di styling e tendenze, la città offre anche attrazioni d’interesse culturale e storico, uniche al mondo.

Il Duomo di Milano

Al primo posto come meta da non perdere a Milano, il Duomo rappresenta certamente il monumento principale. Situato nella Piazza del Duomo ecco il centro storico della città, da dove i turisti possono iniziare il tour nel capoluogo lombardo. La costruzione risale al 1386, con l’impiego di cinque secoli per il completamento della stessa, in cui Napoleone termina la struttura e sale sul trono d’Italia. Di fatto, lo splendore architettonico del Duomo sfoggia come terza cattedrale più grande al mondo, dopo le cattedrali di San Pietro a Roma e di Siviglia. All’esterno la facciata mostra la struttura in pietre, con centinaia di guglie e migliaia di statue bianche in marmo. Mentre all’interno la cattedrale regala lo scenario imponente di oltre 50 colonne e cinque navate, oltre ai sarcofagi di numerosi arcivescovi. Qui, Leonardo da Vinci ha costruito un crocifisso, custodito e visibile al pubblico, poi vi è la possibilità di raggiungere la cima della terrazza del Duomo, per ammirare il panorama della città.

Milano: la Galleria Vittorio Emanuele II e la Scala

A pochi passi dal Duomo, si trova Galleria Vittorio Emanuele II, un luogo molto gettonato dai visitatori. Da qui una cupola in vetro e ferro fa da “salotto” alla Galleria, struttura prestigiosa considerata tra le più belle d’Europa. Dentro ospita i negozi di abbigliamento tra i tops per styling di alta moda con marchi come Prada, Vuitton e seguono ristoranti di lusso. Sulla stessa direzione ecco Piazza della Scala, ovvero il popolare Teatro dell’Opera della città, che insieme a quello di Napoli e di Venezia è al primo posto per prestigio in Italia. A fronte di ciò si trovano i successi dell’opera italiana, tra cui “La Norma” di Vincenzo Bellini e “L’Otellodi Verdi, ma si è esibita anche la cantante lirica Maria Callas. Nella parte sinistra dell’edificio è possibile visitare il Museo della Scala, nella collezione di costumi, strumenti musicali e documenti storici.

Milano: il Castello Sforzesco

Un altro simbolo di Milano è il Castello Sforzesco, raggiungibile dal Duomo percorrendo in direzione di Via Dante. Situato nel cuore della città, la torre risale alla metà del 1300, quando il casato Visconti costruisce il castello in difesa della città da Venezia, all’epoca nemica. Dopo diverse edificazioni, la torre diviene nota per essere stato luogo in cui Leonardo da Vinci lavorava nei laboratori, durante il periodo del Rinascimento. Attualmente il Castello Sforzesco comprende: Il Museo di Arte Antica, le collezioni preistoriche, il Museo delle Arti Decorative, dei Mobili Antichi e delle Sculture in Legno, la Pinacoteca e il Museo Egizio.

Chiesa Santa Maria delle Grazie e Basilica di Sant’Ambrogio

Attraversando il Castello Sforzesco si giunge al Parco Sempione, l’area verde di Milano, nonché la più vasta area pubblica e polmone verde della città, ideale per trascorrere del tempo in relax. A nord, i visitatori trovano l’Arco della Pace, l’arco di trionfo di Milano la cui costruzione avvenne come celebrazione della pace. Dal Duomo in tram verso San Siro, si arriva alla Chiesa Santa Maria delle Grazie, con folle di turisti in attesa di visitare l’ex convento, che ospita il Cenacolo Vinciano. A fronte di ciò, la chiesa ristrutturata all’epoca dalla famiglia Sforza custodisce il prestigioso dipinto de “l’Ultima Cena”, di Leonardo da Vinci. Il monumento è Patrimonio dell’umanità protetto dall’UNESCO, oggi basilica e santuario. Nella piazza omonima ecco la Chiesa di Sant’Ambrogio, che acquisisce il nome dal patrono della città, con la costruzione della basilica nel 386. Oggi il monumento architettonico è il più antico di Milano ed il completamento giunge nel 1099. Esternamente vi sono le due torri con mattoni di diverse altezze, mentre all’interno regnano ampi spazi. Qui i visitatori possono vedere la cripta con le spoglie del patrono, di San Gervasio e San Protasio.

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” ed il Palazzo Reale

In onore di Leonardo da Vinci, nella città si trova il museo a lui dedicato, appunto il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia. Tra le maggiori attrazioni turistiche di Milano, tale ampio spazio rimane in un ex monastero e sfoggia decine di costruzioni del noto scienziato. Non distante dal Duomo si arriva al Palazzo Reale, sede del governo milanese da diversi anni ed oggi un importante punto di riferimento culturale della città. Annualmente è luogo di attività d’intrattenimento come: mostre d’arte contemporanea e moderna, di design e styling. La struttura occupa oltre 7000 mq di superficie e mostra quadri di prestigio, in prestito dai più noti musei del mondo. Nella ripartizione di quattro aree, i turisti possono spaziare nell’esplorazione di differenti periodi storici, che vanno dal Neoclassico al Risorgimentale.    

                                                                                  Articolo a cura di Elena Canini