Landsat 7 cattura la miniera di diamanti più ricca del mondo (in Africa)

DiFabio Meneghella

Set 8, 2022

Lo strumento Enhanced Thematic Mapper Plus (ETM+), installato sul satellite Landsat 7 della NASA, ha catturato la miniera di diamanti più ricca del mondo, situata a Jwaneng (Botswana, Africa). Il Botswana è al primo posto tra i produttori mondiali di diamanti, e l’estrazione di questo raro minerale rappresenta il 70% dei ricavi delle esportazioni della nazione.

La miniera di Jwaneng, nel Botswana centro-meridionale, si trova sopra tre camini kimberlitici pieni di kimberlite, nonché la madre dei diamanti (in seguito vedremo cosa sono). Poiché i camini sono situati appena sotto la superficie e coprono circa 520.000 metri quadrati (128,5 acri) a livello del suolo, i diamanti vengono estratti da una fossa a cielo aperto, piuttosto che da una miniera scavata sotto la superficie.

Una curiosità: la miniera di diamanti di Jwaneng in Botswana è la più ricca del mondo in termini di valore, ma non la più grande.

  • Miniera di Jwaneng (Botswana), aperta nel 1982 e di proprietà della Debswana: si ritiene che le sue riserve di diamanti ammontino a circa 88 milioni di carati. La produzione annuale è di circa 12,7 milioni di carati su 70 milioni di tonnellate di roccia estratta. La sua estensione è di 54 ettari e gli scavi sono giunti fino a 452 metri di profondità (nel 2034 arriveranno fino a 816 metri).
  • Miniera di Orapa (Botswana), aperta nel 1982 e di proprietà della Debswana: è considerata la miniera più grande del mondo in termini di estensione, grazie ai suoi 118 ettari. La produzione annuale è di circa 10 milioni di carati (2.160 kg di diamanti).
Immagine scattata dal satellite Landsat 7 della NASA il 17 maggio 2001. Possiamo notare la miniera di Jwaneng in Botswana (Africa).
Credits: NASA image created by Jesse Allen, using Landsat data provided by the United States Geological Survey

LEGGI ANCHE –> La DARPA mira a sviluppare un drone militare VTOL

I maggiori estrattori di diamanti del mondo sono il Sudafrica e la Repubblica Democratica del Congo, ma sono presenti miniere di diamanti anche in Angola, in Liberia, in Sierra Leone, in Botswana, in Tanzania e in Zimbabwe.

IL DIAMANTE PIU’ GRANDE DEL MONDO

Al terzo posto, nella classifica dei diamanti più grandi del mondo estratti nelle miniere, troviamo un diamante da 1.098 carati. Quest’ultimo è stato estratto nella miniera di Karowe, in Botswana.

Al secondo posto troviamo un diamante da 1.758 carati e 352 grammi di peso, scoperto nel 2019 in una miniera in Botswana.

Al primo posto troviamo invece un diamante da ben 3.106 carati e 621,35 grammi di peso, chiamato Cullinan (come Sir Thomas Cullinan, il proprietario della miniera in cui fu trovato). Il diamante fu estratto nel 1905 in Sudafrica, e le sue dimensioni corrispondevano a 10,0×6.35×5.9 cm.

Successivamente, Sir Thomas Cullinan vendette la preziosa pietra nel 1907 al governatore di Transvaal, per 150.000 sterline (circa 15-20 milioni di sterline di oggi, cioè 17-22 milioni di euro). Il governatore, a sua volta, la regalò al Re Edoardo VII, il quale decise di tagliare la pietra in piccoli diamanti (alcuni fanno parte dei Gioielli della Corona inglese).

La miniera di Jwaneng in Botswana.
Credit: CNBC Prime

LEGGI ANCHE –> Il James Webb cattura la Nebulosa Tarantola

MA COSA SONO I CAMINI KIMBERLITICI?

Ricordiamoci che la miniera di Jwaneng si trova sopra tre camini kimberlitici pieni di roccia kimberlite. Il camino kimberlitico è una formazione geologica, nata da una particolare eruzione vulcanica (il camino appare come un cunicolo in verticale, riempito di kimberlite). All’interno di questi camini verticali troviamo i giacimenti di diamanti.

Per approfondire la spiegazione sui camini kimberlitici CLICCA Qui.

  • Cover image credits: NASA image created by Jesse Allen, using Landsat data provided by the United States Geological Survey

Articolo a cura di Fabio Meneghella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *