Zidane, il film cult per la prima volta a Roma

Luca Zingaretti, il grande successo all’Arena di Verona
22 Luglio 2022
NOAA: una tempesta solare colpirà la Terra entro il 23 luglio
22 Luglio 2022

Sabato 23 luglio nella sezione di Videoarte curata da Damiana Leoni e Rä di Martino arriva Zidane: a 21st Century Portrait, l’opera cult firmata da Douglas Gordon e Philippe Parenno con le musiche dei Mogwai che risponde a pieno all’obiettivo del festival di esplorare le forme più avanzate dell’audiovisivo. Presentato a Cannes nel 2006, acclamato dalla critica ed esposto nei più importanti musei del mondo, tra cui il Guggenheim Museum, il lungometraggio di 90 minuti è dedicato a uno tra i più importanti talenti del calcio contemporaneo: 17 telecamere sincronizzate all’interno dello stadio seguono in tempo reale e da molteplici angolazioni, ravvicinate e distanti, la stella del calcio francese Zinédine Zidane nel corso di una singola partita durante una gara di campionato con la maglia del Real Madrid nel 2005.

Zidane: a 21st Century Portrait è uno studio complesso di ritratto e spettacolo mediato, ispirato allo stile di grandi artisti che hanno indagato e portato all’estremo la relazione tra realtà e rappresentazione: da Goya e Velázquez al più immediato precursore dei ritratti cinematografici in tempo reale, Andy Warhol (Screen Tests).

Ma la partita è solo uno dei componenti del film, durante l’intervallo si condensano tutti gli eventi accaduti nello stesso giorno a livello globale e il mondo diventa così contenitore stesso della partita: un’alluvione in Serbia, il lancio di un videogame, l’esplosione di un’autobomba in Iraq e la morte di Sir John Mills.

In programma anche gli ultimi grandi appuntamenti con la musica e le A/V Performance: Mace, tra i più importanti e visionari producer della scena musicale italiana, artista capace di raccontare la contemporaneità con un tocco unico, arriva a Videocittà reduce dal successo di “OBE LIVE”, il tour con cui ha presentato finalmente dal vivo il suo immaginario musicale immergendo gli spettatori in un’esperienza multisensoriale, e del nuovo album “Oltre”. A Videocittà si esibirà in un un dj set esclusivo, in dialogo con i visual site-specific realizzati da Lorenza Liguori.

Sempre i visual di Lorenza Liguori accompagneranno la performance acustica pensata ad hoc per Videocittà di Joan Thiele, cantautrice e producer di origini metà italiane e metà svizzero-colombiane che si è affermata nel panorama nazionale con il suo stile sofisticato e internazionale nel quale interseca eleganti derive R&B, pop e arrangiamenti d’altri tempi in un equilibrio perfetto di tradizione e sperimentazione. Si prosegue con l’esibizione di una delle band che ha segnato la storia del rapporto fra musica e cinema degli ultimi anni, i Mokadelic, autori di colonne sonore per il cinema, il teatro, la TV e la pubblicità e attualmente impegnati a rappresentare in forma di musica le riflessioni sul climate change. Tra post-rock, neo-psichedelia, ambient, elettronica malinconica e rarefatta, il live dei Mokadelic promette di essere una vera sinfonia del presente e del futuro. Ad aprire la serata il live della giovane cantautrice romana Maddalena.

Mokadelic

Ultimo giorno anche per Presente Futuro all’Opificio 41, una grande mostra collettiva concepita come installazione site-specific: sulle sue grandi vetrate un’esplosione di colori racconterà le opere dei più interessanti protagonisti dell’arte digitale, per un progetto nato dalla collaborazione fra Videocittà Reasoned Art, la prima startup italiana dedicata alla crypto arte, ovvero l’arte digitale certificata e venduta tramite la tecnologia blockchain e NFT.

I talk con i grandi comunicatori e i professionisti delle industrie creative

Ad aprire la serata il talk sulla transizione tra analogico e digitale che vedrà dialogare Bruno di Marino e Virginio Villoresi, una delle figure più significative dell’animazione italiana e internazionale, creatore di macchine cinetiche che rendono omaggio alla stagione del pre-cinema e in grado di costruire suggestivi e colorati teatri in miniatura dove interagiscono elementi bidimensionali e tridimensionali che rendono il suo lavoro unico nel suo genere. 

Per il talk Trasmutazioni elettroniche curato e moderato da Caterina Tomeo gli ospiti saranno i Fuse* e Mokadelic, mentre per il format Agorà, pensato per creare una connessione tra l’industria creativa del territorio, le aziende leader nel settore e diversi talent scout nazionali e internazionali, interverranno Bruno Di Marino, Niccolò Inches (Arte’), Marie Du Chastel (KIKK Festival), Mattia Carretti (fuse*).

Le installazioni

Come nei giorni precedenti il grande Gazometro sarà protagonista con Luna Somnium, un’installazione site-specific prodotta per Videocittà 2022 da Eni e realizzata da fuse*.

Il pubblico avrà la possibilità di vedere una sfera sospesa al suo interno con un diametro di 20 m, proiettata su 360° e di compiere una vera esperienza immersiva all’interno del reticolo metallico, completamente trasformato grazie ad un sound spazializzato. L’installazione sarà visitabile anche domenica 24 luglio, ultimo giorno di Videocittà.

Lo studio di design Universal Everything, inoltre, dimostrerà quanto possa essere umana l’arte digitale con l’installazione interattiva Future You, con cui restituirà al pubblico una versione digitale di sé stesso.

Con lo sguardo rivolto alle nuove generazioni è pensata anche la Sezione Kids dedicata ai più piccoli e curata da Explora – il Museo dei Bambini di Roma. All’interno dell’area laboratori per i bimbi si troverà l’installazione interattiva Feed my emotions degli artisti Ultravioletto Michael Zemel, frutto del progetto Liberty co-finanziato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea. Un gioco, ma anche una sfida che ci invita a riflettere sulla relazione tra noi e le macchine, prendendo in esame un aspetto peculiare degli esseri umani: le emozioni.

Con Eni, main partner, il festival si avvale del contributo di Regione LazioCamera di Commercio di Roma, in collaborazione con ANICA, con il patrocinio di SIAE.

PROGRAMMA 23 – 24 LUGLIO

OPIFICIO 41

18.00 – 21.30 AGORA’ Agorà –Tre giorni di networking, condivisione e opportunità. Masterclass e incontri con: Bruno Di Marino – Niccolò Inches (Arte’) – Marie Du Chastel ( KIKK Festival) – Mattia Carretti ( fuse*)

21.30-1.00 – Nft Exhibition – proiezione esterna sulle vetrate dell’Opificio 41 della mostra digitale Presente Futuro in collaborazione con Reasoned Art

CINEMA VR

21.00 – 01.00 – Contenuti VR

TERRAZZA G3

20.00 – 21.00 – TALK – FANTASMAGORIE Il cinema di Virgilio Villoresi in transizione tra analogico e digitale, modera: Bruno di Marino

21.00 – 23.00 – VIDEOARTE presenta Zidane: A21st Century Portrait di Douglas Gordon e Philippe Parreno

23.00 – 00.00 AV PERFORMANCE Mokadelic presentano Apocalysm

GIARDINO

21.00 – 21.30 – TRASMUTAZIONI ELETTRONICHE Mokadelic in dialogo con Caterina Tomeo

21.30 – 22.00 – TRASMUTAZIONI ELETTRONICHE fuse* in dialogo con Caterina Tomeo

MAIN STAGE

22.30 – 23.00 – A/V PERFORMANCE ACOUSTIC SET – JOAN THIELE

23.00 – 00.30 -DJ SET PERFORMANCE – MACE

AREA KIDS

21.00- 01.00 – Explora, il museo dei Bambini di Roma presenta “Feed my emotions” di Ultravioletto e Michael Zeme

GAZOMETRO G4

22.00 – 01.00 – INSTALLAZIONE IMMERSIVA “Luna Somnium” dei fuse* per Videocittà 2022 prodotta da Eni