RY X, il nuovo singolo è “Spiral” dal nuovo album

Ermal Meta arriva in libreria con “Domani e per sempre”
19 Maggio 2022
Marco Di Noia, da oggi disponibile “Camillevolt”
20 Maggio 2022

Il carismatico artista australiano con alle spalle oltre 900 milioni di streaming RY X condivide “Spiral“, la nuova traccia estratta dall’album Blood Moonin uscita il 17 giugno  digitalmente e il 26 agosto in formato fisico, via BMG.
Spiral” segue la pubblicazione dei precedenti singoli Your Love” and Let You Go“, entrambi contenuti nell’album.

Con “Spiral” il cantante e produttore ci dimostra ancora una volta di avere un talento incredibile nella creazione di paesaggi sonori cinematografici che si sviluppano in modo sorprendente. Inizialmente il ritmo pulsante è minimalista al punto da essere quasi etereo, ma via via che i secondi passano il suono cresce lentamente insieme alla sua voce sussurrata, che è diventata un tratto davvero distintivo e unico dell’artista. La  sua voce rimane discreta per tutta la canzone, anche nel punto in cui la tensione è più alta e i sintetizzatori si fanno oscuri e incombenti.

Il brano è stato scritto insieme a Niklas Paschburg, che ha già pubblicato due acclamati album dal sound meditativo e malinconico per l’etichetta 7K!. La canzone è stata poi mixata da Nathan Boddy (James Blake, London Grammar).

Il video di “Spiral”visibile a questo link, mette in risalto il contrasto tra il movimento dei due danzatori e la staticità dell’architettura che li circonda. La coreografia dei ballerini è anche un’espressione della sensazione che il brano evoca.
Il video è stato girato a Cuadra San Cristóbal, situata alla periferia di Città del Messico, costruita nel 1968 dall’architetto Luis Barragán. I suoi elementi di design – strutture geometriche, toni terrosi e l’atmosfera rilassante dell’acqua – evocano serenità, solitudine e un connubio di semplicità e raffinatezza che accompagnano in modo molto naturale la musica di RY X.
Il video è stato diretto da Rob Woodcox e prodotto da Constanza Pérez e Ana Cardona.

Blood Moon è un album in cui RY X apre nuovi orizzonti pur mantenendo l’autenticità della sua arte. Si avventura audacemente in un territorio inesplorato, con nuove tavolozze di suoni e nuove produzioni, ma conserva la cruda onestà grazie alla quale è riuscito negli anni a stabilire un forte legame con i suoi ascoltatori. È stato registrato a Topanga, nelle profondità delle bellissime montagne di Santa Monica: un momento di in cui RY X ha scritto, prodotto e suonato quasi tutto ciò che è presente nell’album.
Tematicamente, il disco è una raccolta delle riflessioni di RY X sulle relazioni intime che vengono poi sviluppate fino a considerazioni più ampie sullo spirito, sul femminile divino e sull’esplorazione del sé. La crescita e l’apprendimento sono motivi ricorrenti all’interno di questa raccolta di canzoni incredibilmente intima e personale.

Blood Moon tracklist:

1 – ‘Let You Go’
2 – ‘A Thousand Knives’
3 – ‘Colorblind’ featuring Ólafur Arnalds
4 – ‘Borderline’
5 – ‘Your Love’
6 – ‘Crawl’
7 – ‘Spiral’
8 – ‘Dark Room Dancing’
9 – ‘Hurt’
10 – ‘Come Back’
11 – ‘Visions’
12 – ‘All In Words’
13 – ‘Trouble’

(Comunicato Stampa di Astarte Agency)