Maria Faiola (kosmomagazine.it)Maria Faiola (kosmomagazine.it)

Maria Faiola torna sulla scena musicale con il brano Schegge di Sale: un singolo, questo, che parla dell’incertezza dei rapporti sentimentali, della paura di amarsi, del timore di ascoltarsi. La cantante ce ne ha parlato in questa intervista.


Com’è nato il tuo primo approccio alla musica? Quando hai capito che sarebbe stata la tua strada?

Ho iniziato a suonare il piano da piccolissima, grazie alla mia famiglia. Mio papà ha sempre suonato la chitarra per divertimento, e anche io per divertimento mi sono avvicinata alla musica. Ho continuato poi da autodidatta a imparare e suonare altri strumenti, fino ad arrivare alla voce. Ho capito che questa strada era una strada percorribile quando lasciavo qualcosa alle persone intorno a me.

Parliamo del tuo nuovo singolo Scheggie di sale: dove nasce l’idea per questo brano?

Nasce in una cabina armadio, mentre ero bloccata con il covid. I primi versi nascono un po’ per gioco, un po’ perché volevo scrivere di qualcosa che ho sempre considerato interessante nelle dinamiche amorose, ovvero quanta facilità ci vuole per fraintendere l’altro quando siamo insicuri noi. E anche quanto è facile non ascoltarsi per paura di non essere compresi dalla persona che amiamo.

Maria Faiola (kosmomagazine.it)
Maria Faiola (kosmomagazine.it)

Questa canzone parla soprattutto delle relazioni segnate da una mancata comunicazione a causa della paura di amarsi. Quanto è importante secondo te il dialogo in un legame?

Credo sia alla base di un rapporto che funziona. Quando smettiamo di comunicare con l’altro, ma anche con noi stessi, lì si perde qualche cosa. E una volta persa quella, è un attimo che davanti allo specchio non ti riconosci più e la persona che hai accanto ti sembra sconosciuta.

Come ti sei approcciata a questo genere musicale? Chi sono stati i tuoi maestri musicali?

Passare da qualcosa di più cantautorale e suonato a qualcosa di più prodotto e ritmato, sicuramente è stato un processo naturale di evoluzione. Molto è anche grazie alla collaborazione con Matteo Patrone, il produttore: noi due abbiamo due background musicali diversi e abbiamo per questo pensato di unirli, ottenendo questa nuova sonorità che stiamo portando avanti.

Maria Faiola (kosmomagazine.it)
Maria Faiola (kosmomagazine.it)

Quali sono i tuoi futuri progetti? Puoi anticiparci qualcosa?

Per ora non vi spoilero niente, però sicuramente un altro brano ci sarà. Vorrei suonare in giro il più possibile questa estate, mi manca molto il palco. Venendo da li, è uno dei pochi posti dove mi sento veramente io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *