Laura Pausini ospite del podcast “Pronto, Mariella”

Gaia Gentile, in arrivo il nuovo singolo e il nuovo album
19 Maggio 2022
Stranger Things 4, manca poco al primo volume
19 Maggio 2022

Una grande artista dall’immagine rassicurante a dispetto di chi pensa che il successo lo si deve per forza all’essere “belli e maledetti”, un carattere – intimo e artistico – sincero e appassionato che è stato uno degli ingredienti del suo successo planetario, un’autenticità testarda dentro e fuori dal palco, la responsabilità di appartenere a tante persone nel mondo oltre che a se stessa: Laura Pausini è anche questo, e non solo.

30 anni di carriera senza mai montarsi la testa, tanti premi e riconoscimenti internazionali con sempre la consapevolezza di dover avere in cantiere “un piano b” perché “non siamo nati per fare una cosa sola”, e una scatola dove tiene le sue 3 cose più preziose (e tra queste non c’è la fama raggiunta e meritata): i denti di sua figlia, la lettera di sua sorella e il primo regalo di Paolo, il compagno. Laura Pausini si racconta così a Mariella Milani nella nuova puntata di PRONTO, MARIELLA, serie podcast in 10 puntate ideata e prodotta da DR PODCAST AUDIO FACTORY LTD,  seconda stagione di FASHION CONFIDENTIAL, in vetta per settimane su Spotify e sulle principali piattaforme di podcasting

Laura Pausini come non “l’avete mai sentita” a raccontare chi è lei davvero, cos’è per lei lo stile, l’eleganza e soprattutto l’autenticità, elemento che da sempre la racconta non solo nella musica ma nella sua vita e nel modo di mostrarsi agli altri, anche nel look. Che non è mai casuale, ma sempre funzionale al motivo per cui è su un palco e il messaggio che vuole trasmettere.

 Cos’è per te la moda e come vorresti essere percepita da quello che indossi? “La moda per me è importante, ma non mi piace tutto e non mi piaccio con tutto. Da sempre vorrei essere percepita da quello che indosso: gli abiti sono come la musica, trasmettono un messaggio. Ho sempre concepito un abito come fosse la continuazione della mia voce: metto dei vestiti che mi piacciono e che rappresentano la mia musica in quel determinato momento. L’abito non deve mai nascondere il motivo per cui io sono su quel palco, a volte ho bisogno di sentirmi quasi trasparente perché deve essere la mia voce a dare il messaggio” afferma Laura Pausini nel podcast.

Scegliere uno stilista o uno stylist: razionalità o istinto? La scelta è sempre guidata dall’istinto e dall’empatia che sento verso la persona che mi segue. Non mi faccio molto guidare e non sono sempre propensa a seguire chi mi dice cosa devo mettermi o come tenere i capelli, perché non voglio “farmi cambiare”. Io, piuttosto, chiedo sempre ai miei stylist “come mi vedresti?” e mi guidano con suggerimenti e ricerche legate ai colori, ai modelli e sempre in virtù di come uno stile si adatti a quello che sto cantando in quel momento” dichiara la Pausini a Mariella Milani, facendo anche un piccolo spoiler sul look che immagina per il suo prossimo disco.

La serie podcast “Pronto Mariella” si compone di dieci telefonate che vedono a un capo del filo MARIELLA MILANI – una delle prime donne a condurre il TG2 e che è stata una delle poche a raccontare il fashion system dal punto di vista economico, sociologico e di costume – e dall’altro stilisti acclamati, designer di moda sulla cresta dell’onda, stylist, artisti del momento e grandi personaggi della musica e dello spettacolo. Loro chiamano, Mariella risponde e si mette all’ascolto e confronto di visioni, riflessioni, opinioni e testimonianze che parlano di moda e di quello che le orbita attorno, figlio di un tempo mutevole, affascinante e spesso spregiudicato, e che sempre più ci rappresenta.

 “Scoprire l’essenza e la personalità di chi è dall’altra parte del filo: con questo obiettivo ho cercato dieci protagonisti del mondo della moda e dello spettacolo che avessero un punto di vista interessante e la voglia di raccontarlo a chi ascolta. Personalità molto diverse fra loro ma con un comune denominatore: il coraggio di lasciarsi andare e il desiderio di rompere vecchie regole e consuetudini. Più che interviste, chiacchierate intime, ironiche e sincere che si sono trasformate in un affresco sull’oggi, fra paure e ansie, speranze e rivoluzioni. Se la televisione punta sulla forza delle immagini e i social sulla velocità della condivisione, penso che il podcasting sia uno strumento che, forse più di ogni altro, può mettere in luce le sfumature dell’anima e far entrare chi ascolta nella sfera privata, personale e affascinante di chi è dietro il microfono… dal potere dell’immagine a quello della parola!” afferma Mariella Milani

“Dopo l’ottimo riscontro della prima serie, siamo orgogliosi di continuare la collaborazione per questa stagione che brilla per contenuti, qualità e presenza di ospiti di livello internazionale. In ogni puntata Mariella Milani ha curato ogni dettaglio con attenzione e professionalità. ‘Pronto, Mariella?’ è un podcast imperdibile per avere un punto di “ascolto” privilegiato sulla moda e sui suoi protagonisti” – dichiara Raffaele Tovazzi, direttore creativo di Dr Podcast, audio factory italiana con sede a Londra nata lo scorso 22 febbraio dalla joint venture tra Action Media e Publitalia ’80, attraverso la controllata internazionale Publieurope.

 La puntata “Piacere di conoscerti” dedicata a Laura Pausini è on air da oggi al link: https://open.spotify.com/episode/00wH0t7EUsRwLEqthU52a3

(Comunicato Stampa di Action Agency)