Intervista a Carmen Rocchino: “In acqua, a mio agio anche durante i momenti e le prove più stancanti”

DiValentina Pasquali

Ott 6, 2022

Una stella del nuoto sincronizzato italiano, che con un palmarès di ori nazionali sogna le Olimpiadi: Carmen Rocchino, classe 2001, atleta del gruppo sportivo della Marina Militare e portatrice di eleganza pura in questo sport ricco di emozioni che unisce danza e nuoto.


Ciao Carmen, benvenuta su Kosmo Magazine. All’età di sette anni hai iniziato a praticare il nuoto sincronizzato quasi per caso. Quale è stato l’elemento che più ti ha conquistato di questo sport, tanto da non lasciarlo più?

Sicuramente le sensazioni che provo mentre nuoto: scivolare in acqua e sentirmi a mio agio anche durante i momenti e le prove più stancanti.

Fai parte della Nazionale giovanile già da molti anni e hai vinto diverse competizioni. Quale è stata la tua gara più importante e che ricordi porti con te?

Ora non faccio più parte della Nazionale Giovanile; quest’anno dovrei passare in Nazionale assoluta. La gara più importante da junior è stato il bronzo conquistato con la squadra nel 2018 in Finlandia agli Europei Junior.

A cosa stai lavorando in questo momento? Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?

In questo momento stiamo iniziando i primi raduni della Nazionale assoluta, che poi continueranno per tutto l’anno. L’obiettivo è senz’altro quello di entrare nella rosa. Le gare in vista sarebbero i mondiali in Giappone ad agosto.

Studi all’Università e pratichi sport ad alti livelli. Cosa consigli a chi, alla tua età, non è abbastanza determinato ad inseguire i propri sogni?

A questa età, effettivamente, è spesso difficile avere le idee chiare soprattutto quando sembra “assurdo” andare avanti con gli studi o con lo sport. E’ invece importante non mollare e ascoltare le persone adulte che ci circondano quando siamo troppo confusi. O addirittura farci aiutare da specialisti per capire quale può essere la strada giusta per noi.

Tornando al nuoto sincronizzato, come si sente Carmen quando è in acqua? È sempre la stessa o si trasforma?

La Carmen, in acqua, praticamente è la stessa persona che c’è fuori. Non credo di cambiare più di tanto il mio modo di essere.

LEGGI ANCHE –> Intervista a Sofia Raffaeli: “Una vittoria fatta di sacrifici, forza e lavoro”. La campionessa mondiale di ginnastica si racconta dopo gli ori dei Mondiali di Sòfia 2022

Progetti a lungo termine?

Laurearmi e continuare con lo sport finché mi piace e mi dà soddisfazione. Dopo di che ho in mente delle cose, ma è tutto da valutare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *