Rosita Cannito- La voce dell’anima

ITremendi03
I Tremendi- Grinta e cuore
24 marzo 2018
WhatsApp Image 2018-03-23 at 18.31.56
Beatcoin- Un sogno a ritmo di musica
8 aprile 2018
28

Cantante

Pagina facebook: Rosita Cannito

26853915_324059961441090_749927841_o
Rosita Cannito è una giovane cantautrice con spiccato senso artistico, la sua è una musica fatta di magia, anima ed istinto. Bitontina classe 1995, con innato senso artistico caratterizzato dalla passione per la musica e il canto. Intraprende gli studi di canto leggero preso la VS Academy con Savino Valerio. Studia contemporaneamente canto jazz presso il conservatorio “Nino Rota” di Monopoli. Ad arricchire la su formazione artistica molteplici masterclass con artisti quali Ricky Portera, Silvia Mezzanotte, con la quale ha realizzato un concerto spettacolo: “Opera Prima”, Mara Maionchi, Dennis Fantina, Manuel Frattini, Stefano D’Orazio. Intensifica il suo percorso artistico con la partecipazione a diversi concorsi musicali quali: “Festival di Avezzano”~ “Nota d’Oro” ~ “Video Festival Live”, conseguendo molteplici premi tra cui “Miglior testo” durante il festival di Avezzano, primo posto sezione inediti, Premio della Critica e premio “Miglior testo per la vita” durane “Nota D’Oro”, vittoria che le permette di approdare con altri quattordici finalisti al “Circuito dei Grandi Festivals”, evento curato dal M.tro Vince Tempera, a Verona, con un concerto di fine anno in p.zza Bra. A questa esperienza segue l’arrivo sul palco di Casa Sanremo, evento tenutosi durante i giorni del festival della musica italiana con “E poi…”. Il singolo, prodotto da Savino Valerio per VS ArtLab, ha arrangiamenti musicali del produttore stesso e testo della medesima artista. Inoltre il brano decanta nella fase di mastering il lavoro di Bob Katz, ingegnere del suono della Digital Domain Studio (Florida), tre volte vincitore del Grammy Awards. Attualmente il singolo e’ in vendita su tutti gli store musicali( Amazon, Spotify, Google play, iTunes…). Su Youtube il video ufficiale. Da ultimo ha partecipato alle selezioni di Area Sanremo 2015 con il nuovo singolo “Inseguo nuvole”. Il brano, scritto e composto da Savino Valerio con testo dell’artista, vanta l’inserimento nel progetto chiamato “Alla Finestra”, vetrina per artisti emergenti, promosso dall’etichetta storica di Lucio Dalla : la Pressing Line.

Lasciamo la parola a Rosita Cannito con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.


D:Come nasce la tua passione per la musica?
R:La mia passione per la musica, nasce da quando ero nel grembo di mia madre, penso che io e la musica siamo nate insieme. Le prime parole che ho detto sono state quelle di una canzone di Pino Daniele “Che male c’è”, quindi direi che è nata con me.

D: Quando hai capito che quella per la musica sarebbe stata la tua strada?

R: E’ sempre stata la mia dimensione la musica, nei momenti negativi è stata sempre un porto sicuro, e anche in quelli felici. Ho capito che fosse la mia strada quando mi sono trovata a scegliere dopo il percorso liceale se scegliere la facoltà di medicina oppure seguire la musica, e con il cuore ho scelto la musica, seppure avessi fatto il test di medicina.

D:  Qual è la musica che più ti ha ispirato o che ascoltavi di più prima di avviare questo percorso?

R: I grandi cantautori della musica italiana, pilastri come De Gregori e Dalla, per quanto riguarda il panorama internazionale, le voci come quella di Celine Dion e Whitney Houston, frequentando al conservatorio canto Jazz mi piace anche molto Ella Fitzgerald.

D:  Cosa ci racconti dell’esperienza vissuta al fianco di Silvia Mezzanotte che si chiamava “Opera Prima”. Cosa hai provato a condividere il palco con un’artista di così importante calibro?

R:Sicuramente è stato un grande onore, lei è una bella persona dal punto di vista umano oltre che professionale. E’ partito tutto come una masterclass dove lei ha parlato delle modalità per tirare fuori la personalità, con segreti per la tecnica vocale, e il tutto si è concluso questo spettacolo.
Noi abbiamo scelto insieme a lei delle canzoni che potessero esprimere al meglio la nostra personalità, e poi nel momento finale ha condiviso la sua voce con tutti noi. E’ stato un grande privilegio ed una bellissima esperienza.

D: Il tuo ultimo singolo invece si intitola “E’ così” Ti va di raccontarcelo meglio?

R: Di questo brano ho contribuito un po’ al testo e un po’ alla musica. Nasce dall’esigenza di un cambiamento di una situazione iniziale, con riferimento al “Piccolo principe”. Il video ha come protagonista proprio “Il piccolo principe”, ed è stato girato al Teatro Traetta di Bitonto che vi invito a visitare.

D: C’è in progetto un album?

R: Stiamo lavorando per la realizzazione di un Ep sia di inediti ma che contiene alcuni brani già presenti nei digital stores, ma ci saranno anche come bonus track delle cover e una di queste sarà una canzone di Lucio Dalla.

D: Con il tuo singolo hai avuto modo di partecipare all’evento “Fiat Music”- Roxy bar tenutosi a Casa Sanremo durante i giorni del Festival. Parlaci meglio a riguardo, quali erano le tue emozioni prima durante e dopo?

R: Questo evento è avvenuto come un fulmine a ciel sereno, ci trovavamo a Sanremo per il singolo. Quando passiamo vicino al Palafiori troviamo un furgoncino scoprendo così che Red Ronnie ascoltava artisti emergenti. Abbiamo fatto la fila come tutti gli altri e c’era un limite massimo di ragazzi, e io sono stata l’ultima dell’ultimo giorno in cui Red Ronnie ascoltava artisti emergenti, quindi sono stata molto fortunata. Al mio turno ero molto emozionata, entro nel furgoncino e lui mi chiede di cantare il mio brano e mi ha detto che per molto tempo ho tenuto gli occhi chiusi, ma gli ho spiegato che non è colpa mia, ma quando canto tendo ad estraniarmi, come se fossi in un’altra dimensione. Mi ha fatto tanti complimenti perché ha detto che esprimo molto bene ciò che provo attraverso l’interpretazione, meglio di così non poteva andare! Durante questa esibizione lui decideva anche chi poteva esibirsi a “Roxy Bar” durante “Casa Sanremo”, quando finisco di cantare mi dice che forse ci saremmo rivisti la sera stessa per cantare, ero davvero stupita. Gli avevo regalato il cd di “E’ così” presa dall’emozione me lo riporto lui me lo fa notare e gli lascio nuovamente il cd, ero nel pallone più totale. Sono scoppiata subito dopo in lacrime, e la sera stessa mi sono esibita con il mio produttore Savino Valerio al piano, con gli altri ragazzi che Red Ronnie aveva selezionato per “Casa Sanremo”. Le cose migliori sono sempre quelle che non si prevedono, è stata una grande soddisfazione!

D:  Essendo una cantautrice quali sono i punti di partenza quando scrivi una canzone?

R: Generalmente alle storie che mi stanno intorno, e molto spesso parlo di mie esperienze personali..

D: Quali sono i vostri futuri progetti?

R: Abbiamo fatto uno spettacolo musico teatrale che si chiama “Reactive”, che se è in replica vi invito a vedere, tratta di cinque donne che hanno reagito al dolore attraverso l’arte. L’abbiamo tenuto l’8 marzo a teatro, e sicuramente ci saranno altre repliche e in futuro abbiamo un concerto live nella nostra città contro la mafia e l’iniziativa si chiama “No mafia, no droga”. Il progetto più importante è sicuramente la realizzazione dell’ep e spero sia un trampolino di lancio.


Ringraziamo Rosita Cannito per la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandogli di continuare a sorprenderci e sorprendersi.

Intervista realizzata da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *