Pinuccio – Stralci di verità

foto kosmo 1
Colori must per il matrimonio 2018 per tutte le stagioni
9 dicembre 2017
IMG_20171127_164836181
“Angeli d’Acciaio, Il coraggio di cambiare”, Riscatto e speranza
10 dicembre 2017
_IMG1541

Attore e inviato

Facebook: Pinuccio


Vi presenteremo oggi un personaggio che spesso vediamo in tv, e grazie al quale emergono diverse situazioni e dinamiche. Nel corso di questa intervista non conosceremo meglio solo il suo lavoro, ma anche il suo lato più umano.

_IMG1541

Alessio Giannone nasce a Bari il 29 maggio 1979. Agli studi liceali affianca varie esperienze teatrali. Durante gli anni dell’università organizza in alcune scuole superiori dei laboratori di teatro. Da queste esperienze nascono diverse messe in scena, alcune premiate in festival teatrali. Dopo aver conseguito la laurea in legge, intensifica la sua attività di regista. Scrive programmi per alcune emittenti televisive pugliesi e scopre la satira sul Web. Nel 2010 gira il documentario “Favorite”, storie di ebrei nel Salento, presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino e pubblicato sul sito del “Corriere della Sera”. Nel 2011 vince il concorso Progetto Memoria, indetto dall’Apulia Film Commission, con la sceneggiatura di “Binari”, ispirata alla storia dell’editore Vito Laterza. Nel 2012 realizza il cortometraggio “La Sala”, che partecipa alla sezione Nuovi Orizzonti della 69a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Il personaggio Pinuccio nasce nell’ottobre 2011 nella sezione di YouTube dedicata alla satira. Su Facebook e Twitter Pinuccio è così seguito da essere menzionato sui maggiori quotidiani e in vari programmi televisivi (da “Ballarò” a “Blob”), oltre a essere invitato nel 2013 a partecipare alla trasmissione “La Guerra dei Mondi”, in onda su Raitre. Diverse sono inoltre le incursioni di Pinuccio in programmi di radio locali e nazionali, come “TG Zero”, in onda su Radio Capital, e “La Zanzara”, su Radio 24. Inizia poi la collaborazione con “La Gazzetta del Mezzogiorno” e “il Fatto Quotidiano”. Dal 2014 Giannone porta in teatro il suo spettacolo “Pinuccio chiama”. Nel 2015 viene selezionato come inviato tra coloro che hanno spedito a Striscia la Notizia i loro servizi dimostrativi. Ha attualmente scritto un libro intitolato “Trump Advisor”  che è il racconto surreale di un rocambolesco viaggio che il faccendiere Pinuccio, protagonista di questa storia, fa in compagnia del Presidente degli USA, Trump, di sua moglie Melania, e del fido aiutante Sabino, attraverso la Puglia e la Calabria a bordo di una “fiammante” Fiat Ritmo. I quattro scorrazzano dal Foggiano al Salento fra le mille bellezze e le innumerevoli contraddizioni di una regione che diventa simbolo delle assurdità dell’Italia. Ma i nostri due turisti non se ne accorgono. Di fronte al loro sguardo tutto assume un sapore e un colore che è quello dell’unicità della nostra nazione. Proprio in questo si può riconoscere il sottile e divertente gioco che Pinuccio autore mette in atto per farci sorridere da un lato ma anche per farci svegliare dall’altro.  Durante il percorso sono tanti i personaggi che si uniscono a questa strana compagnia di visitatori, tutti rigorosamente importanti e all’altezza della situazione, sia del mondo dello spettacolo che quello politico. Un libro divertente ed originale uscito nelle librerie dal 14 novembre.

Lasciamo ora la parola ad Alessio, con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.


D:Come si descrive Alessio Giannone nella vita privata
R: Sono una persona schiva, mi piace andare a pesca e passeggiare e stare in casa.
D:Nasci dal web, diventando un volto abbastanza conosciuto. Raccontaci di questo tuo percorso
R: Ho fatto teatro per tanti anni poi ho voluto provare a immergermi nel mondo web realizzando video e da lì è nato il personaggio di Pinuccio.

D: Arrivi a poi Striscia la Notizia. Come approdi a Striscia? Quali erano le tue aspettative?
R: Vidi su un sito che cercavano nuovi inviati e mandai i video che avevo girato, a maggio ebbi la chiamata da Antonio Ricci, così è iniziato tutto.

D: Come nascono i servizi che poi vediamo trasmessi su canale 5?
R: I servizi nascono da delle segnalazioni che ci arrivano che verifichiamo e valutiamo, dopo aver verificato e fatto vari sopralluoghi iniziamo, un lavoro di redazione che trova poi conclusione nei servizi.

D: Come nasce il nome Pinuccio? Chi è invece la figura di Sabino, spesso chiamata durante i tuoi servizi?
R:Il nome di Pinuccio nasce perché cercavo un nome comune che potesse risultare comune e familiare, Sabino è invece il mio amico fedele.

D: Che differenze hai riscontrato tra il mondo del web e quello della televisione?
R:Sono due linguaggi completamente diversi anche se ero preparato essendo due tipologie simili il web e la tv. Il pubblico del web ti può guardare sempre mentre quello di striscia ti guarda sempre durante l’ora di cena.

D: Sei molto appassionato anche al mondo teatrale, in particolare alla regia. Hai nel cassetto un copione scritto da te che vorresti realizzare?
R: Ho una sceneggiatura di un film che vorrei realizzare, è nata come idea prima che nascesse sul web il personaggio che nel corso del tempo ho migliorato.

D: Hai mai pensato invece di emergere nel mondo del cinema?
R: Si a gennaio uscirà un film che vede un mio piccolo ruolo, quest’anno è giunta anche questa novità.

D: Quali sono i tuoi futuri progetti?
R:Ci sono tante cose in cantiere, il libro, il film che esce a gennaio, continua Striscia. Col tempo vorrei solo che la sceneggiatura di cui parlavo prima diventasse un film.

Ringraziamo Alessio Giannone per la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandogli di continuare a sorprenderci e a sorprendersi.


Intervista realizzata da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *