Matteo Markus Bok- Alla scoperta di sè stessi

manuela padoan-cantautrice-manu pado- manuela-le donne possono fischiare-anime belle-cuori uniti-MANU10090_ok_preview
Manuela Padoan- La forza delle donne
22 aprile 2018
Anthony e Vittorio Conte_foto di Alessandro Sisti_b
Anthony e Vittorio Conte- Musica è comunicazione
29 aprile 2018
Matteo Markus Bok_foto di Alberto Belluschi 2

Cantante


Matteo Markus Bok_foto di Francesco Prandoni

 

 

E’ giovanissimo, ha soli 14 anni, ma Matteo Markus Bok ha compiuto tante esperienze in ambito lavorativo che gli hanno permesso di crescere sempre di più, scoprendo sempre cose nuove non solo sulla musica ma anche su sé  stesso. Classe 2003 di Milano, Matteo è considerato un vero e proprio prodigio: a soli 14 anni può vantare un’esperienza significativa e variegata nel mondo dello spettacolo.Matteo canta, suona la chitarra e il pianoforte, balla e recita. E parla perfettamente 4 lingue: l’italiano, il tedesco, l’inglese e lo spagnolo.Il suo marchio di fabbrica è la spontaneità: una dote rara e che gli permette di arrivare, non solo al cuore dei giovanissimi, ma anche a quello degli adulti.La carriera artista di Matteo comincia a 9 anni nel musical Il Re Leone dove interpreta Simba. Dal 2014 al 2016 arriva in TV e più precisamente nello show televisivo di Disney Junior Channel “Magic English”.In Germania, Matteo Markus Bok è un vero e proprio idolo! Nel 2016 ha partecipato in al talent show The Voice Kids Germany e nel 2017 è salito sul palco del talent show Italia’s Got Talent cantando il suo primo singolo “È diventata primavera”, una ballata da lui stesso scritta dedicata al padre, conquistando con la sua naturalezza e semplicità il cuore del pubblico e dei giudici.Sul finire del 2017 ha rilasciato il singolo “This Christmas”, frutto di un percorso musicale iniziato a Maggio 2017 con la pubblicazione di “Just One Lie”, il suo primo singolo internazionale presentato nel corso di un Tour in 10 città tedesche. Nel repertorio di Matteo ci sono anche i singoli “Miracle”, lato B di Just One Lie e il secondo singolo internazionale, pubblicato a Settembre 2017, “Sunshower”.Dal 24 Gennaio al 9 Febbraio è stato opening act del Soy Luna Live Tour e dal 16 Febbraio è stato tra i protagonisti di SanremoYoung.

Lasciamo la parola a Matteo Markus Bok con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso 

D: Come nasce la tua passione per la musica?

R: La mia passione per la musica è nata grazie ad un musical “Il re Leone” è stata un’esperienza rivelatoria perché ho capito che era questo il mio mondo. Da lì ho fatto tanti altri musica, e quando avevo 11 anni ho fatto un’esperienza The voice kids in Germania.

D: Quali pensi siano le caratteristiche che ti definiscono come cantante?

R:Sono un ragazzo molto semplice, adoro divertirmi fare musica e cantare. Molti mi hanno detto che sono molto vero e mi piace dare emozioni alla gente, facendo capire ciò che mi piace fare.

D: Sei considerato un prodigio per le tante esperienze che a 14 anni hanno caratterizzato già il tuo percorso. Come riesci a coincidere la tua vita quotidiana alla tua vita artistica?

R: Da quando ho iniziato questa carriera dico che questa è la mia vita normale. Spero di continuare per lungo tempo anche se il mio sogno non si avverasse credo che la musica continuerà a far per sempre parte della mia vita.

D: Cosa ricordi della tua prima esperienza nel ruolo di Simba?

R:L’esperienza del Re Leone mi ha aperto così tanto gli occhi che ricordo tutto.

D:  Hai partecipato anche ad Italia’s got talent con un brano scritto da te. Quali sono state per te le sensazioni nel cantare un brano così emozionante per te?

R:E’ stato molto bello cantare la canzone che ho scritto quando avevo 11 anni, e racconta della separazione dei miei genitori, e attraverso questa esprimere tutto quello che sento.

D: Più recente è stata invece l’apertura del concerto “Soy luna”. Cosa ci dici in merito?

R:Sto vivendo delle emozioni incredibili. Mi sono molto divertito stando su palchi che mai mi sarei aspettato di calcare e ho avuto la possibilità di vedere posti che non conoscevo. Ho capito che devo godermi ogni singolo momento di questo tour.

D: A febbraio hai partecipato poi a “Sanremo young”. Qual è il bilancio finale di questa esperienza? Come è stato per te confrontarsi con la musica italiana?

R: E’ stato molto faticoso perché non sono abituato ad esprimermi in italiano, però ho iniziato a farmi una cultura in questo ambito. E’ stato incredibile stare su quel palco e entrare in contatto con tante personalità.

D:Qual è il tuo sogno nel cassetto in ambito musicale?

R:Il mio sogno è di poter vivere con la mia musica perché mi piace esprimere me stesso e scrivere, il modo per esprimermi al meglio è con la musica inglese.

D: Quali sono i tuoi futuri progetti?

R:Ci saranno tante novità, appena finito il tour ci saranno meno live durante la primavera e cercherò di mettere sempre me stesso.

Intervista realizzato da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *