Giampiero De Marinis - Giorni di sguardi - Copia
Giampiero De Marinis – Giorni di sguardi
21 agosto 2016
Giuseppe Spera - Copia
Giuseppe Spera – Grafica e progettazione
21 agosto 2016

Artista fai da te

Website: ArtigianatoLaGru
Pagina Facebook: La Gru



Contengono i sogni, le emozioni.
Siamo tutti contenitori di sogni, di ambienti tramutati in case, di mare che prende l’aspetto di occhi, di cielo che tocca infiniti morti e risorti. Le borse che le nostre mani portano con sé sono contenitori di tutti quei piccoli tasselli di anime che ci portiamo dentro. Mare, acqua, limpidi nella loro purezza, nella loro sempre costante eternità.

Libertà.

Le nostre, sono emozioni in libertà. La libertà di poter essere, di poter sognare, di poter camminare mentre tra le mani carezziamo lentamente borse contenitori di sensazioni che parlano di noi, e di terre lontane ma che sentiamo vicine. La bellezza. L’innocenza. Volare. Sogniamo di volare. Le emozioni contengono sogni, ma anche quell’incredibile desiderio di essere libere e fiere e sole nella nostra ingenuità. 

Per questa missione – la missione di portarci verso luoghi che conosciamo solo nei nostri sogni, attraverso magici contenitori di emozioni in libertà – oggi ringrazieremo Maria Rosaria Ciullo, 42enne, fiorista in un piccolo paese in provincia di Lecce, Vitigliano. La passione per il suo lavoro è accompagnata dalla fantasia che la porta a creare e assemblare oggetti unici e particolari. Amante del Salento, nel 2012 ha creato il suoquaderno del Salento e, in seguito, un brand personale chiamato Emozioni in libertà, una collezione di borse unica con le immagini del quaderno. Ogni borsa è cucita a mano con amore e dedizione, abbinando a ogni immagine un colore e un’emozione, meraviglia, tenacia, passione, speranza, nostalgia. La sua intraprendenza, la sua voglia di far crescere il suo progetto l’hanno portata a presentare il suo marchio prima alla fiera di Milano e poi a Parigi. E’ stata inserita nel calendario della “Lega Tumori” 2014 tra le donne che avevano realizzato qualcosa per il Salento, e nel 2015 è stata premiata come ambasciatrice del marketing emozionale a Cellino San Marco (LE). Le sue sono “opere da passeggio”, arte nella quotidianità, sogni che diventano abitudini, fantasie, immaginazioni. Credere. Nella libertà, nelle emozioni, in quei piccoli tasselli di vite che speriamo.

“Le mie non sono borse, ma contenitori di emozioni”,

afferma Maria Rosaria, donna che trasmette personalità, coraggio, creatività. Le auguriamo dunque di continuare a regalarci emozioni mediante contenitori di sogni e per ora diamo la parola a lei.


D: Come nasce la tua passione?
R: La mia passione nasce dal desiderio di comunicare in maniera chiara ed elementare; il mio negozio è ricco di biglietti con frasi ed aforismi sparsi qua e là, e sempre c’è qualcuno pronto a copiarli o prenderli.

D: Sei un’artista poliedrica, riesci a realizzare moltissime cose. Quale mondo, però, pensi ti rispecchi maggiormente?
R: Mi sono chiesta come far indossare le mie frasi, da qui nasce l’idea di creare una borsa, con le immagini del mio quaderno. Tutto ciò mi ha fatto creare il Quaderno del Salento. Sono una maniaca della scrittura, convinta che scrivere è cura dell’anima.

D: Quali sono i materiali o le stoffe che maggiormente utilizzi? Perché?
R: La stoffa che utilizzo maggiormente è il canvas bianco, una fibra naturale che mi permette di imprimere i colori della mia terra: il Salento.

D: Quali sono le creazioni che maggiormente ti vengono richieste?
R: Le creazioni più richieste sono quelle più colorate solitamente con motivi floreali e le borse dalle immagini prettamente estive, soprattutto marittime.

D: Sulla scelta dei colori su quali ti orienti maggiormente?
R: Amo i colori naturali, dal beige al crema al marrone, ma la verità è che amo tutti i colori perché sono convinta che la vita è colore.

D: Cosa pensi la gente possa imparare attraverso una passione del genere?
R: Quello che mi auguro è che ognuno di noi possa vivere le sue emozioni in libertà, far parlare attraverso gli oggetti la bellezza della mia terra, e ricercare ogni giorno la bellezza, quella vera che nasce dall’imperfezione, ma soprattutto il credere in quello che si fa.

D: Quali sono i segreti per la buona riuscita di un prodotto secondo te?
R: Secondo me i segreti per la buona riuscita di un prodotto sono la qualità, il marketing, la cura dei dettagli e il packaging. Volevo creare qualcosa che sia riconoscibile a distanza di tempo.

D: Hai mai avuto occasione di vendere i tuoi progetti?
R: Non ho mai venduto un mio progetto però alla fiera di Parigi un gruppo delle isole Seychelles era interessata al mio lavoro.

D: Se dovessi realizzare una partecipazione per un matrimonio in questo periodo quale sarebbe la tua idea?
R: Non mi piacciono le mode, mi piace ascoltare il cliente e confezionare una partecipazione su misura armoniosa adatta alla personalità di colui che me la richiede.

D: Quali sono le caratteristiche di questa tua passione che ti rendono felice e ti spingono a continuare?
R: La cosa bella che credo spinga tutti a continuare sono coloro che credono nelle nostre emozioni in libertà, l’apprezzamento che abbiamo avuto con il mercato estero e la continua voglia di confronto. Non mi sento un’artista poliedrica ma sono la fioraia del mio paese, semplicemente Maria Rosaria.


Ringraziamo Maria Rosaria per la collaborazione, sperando possa continuare a regalarci ancora tante emozioni.

Recensione a cura di Stefania Meneghella
Intervista realizzata da Manuela Ratti
Pubblicazione a cura di Roberta Giancaspro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *