Federico Angarano - La fragilità della mente
Federico Angarano – La fragilità della mente
22 agosto 2016
Giorgia Pomes - La bellezza di amarsi
Giorgia Pomes – La bellezza di amarsi
22 agosto 2016

Make-up and body artist


Bellezze che si incarnano in sublimi arabeschi; prendono vita su corpi femminili e sfociano in colori e figure che prendono l’aspetto dell’arte; bellezze che incantano mediante occhi luminosi e magnetici e sorrisi paragonabili al Sole. Ci sono migliaia di modi per parlare senza esprimere parole, ci sono migliaia di modi per dimostrare che due mani possono creare incanti; e allora, un corpo diventa anima, e ha inizio così il compimento di un’opera. Un’opera che non è tela, ma pelle e, riportare la propria anima su una pelle rappresenta un momento che può sfociare nell’eternità. Così come combinare immensità decorate su carne, con infiniti macchiati nella lucentezza negli occhi o nel potere di un sorriso.Perché fare arte è anche questo: è imprimere su corpi figure e cosmetici che, seppur solo per istanti, li rendono eterni; è poter leggere su carne l’anima di chi capisce che realizzare tutto ciò vuol dire prima di tutto essere sé stessi, e che due mani e un corpo possono sempre creare magie.

 

E’ una magia, quella realizzata da Maira Addante. Una magia che ricorda la celebre tecnica del Body Art, tecnica nata durante la corrente artistica del Surrealismo e che intende un insieme di forme artistiche fatte sul corpo, assieme al make up. Un esempio è quello che vi mostriamo in foto, una vera opera d’arte: il trucco utilizzato è quasi mescolato con le cromature degli arabeschi realizzati sul corpo della ragazza, creando quasi una cornice i cui colori sono stati scelti tutti alla perfezione. La lucentezza dell’occhio la si trova sulla sua pelle, riportando le stesse venature e stralci di colore, in cui è stato mescolato anche il rosso delle sue labbra. E così, si ha il compimento di una vera e propria arte, e ammirarla è come ammirare un dipinto, con l’unica differenza che la realtà è superiore all’illusione.

Ed ora, lasciamo la parola a Maira, con l’augurio che possa sempre continuare a creare magie.


 

D: Come nasce la tua passione per il make up?
R: La mia passione nasce sin da quando ero bambina; vedendo mia madre che si truccava, veniva anche a me voglia di truccarmi. Successivamente, dopo la scuola superiore, ho intrapreso un nuovo cammino, frequentando una scuola d’estetica, e qui ho riscoperto ancor di più la passione per il make up.

D: Hai canali social nei quali attraverso video tutorial puoi suggerire look o dare consigli alle utenti?
R: Ancora no perché penso di avere tanta strada da fare, e quindi trovo prematuro avere un canale tutto mio e dare consigli agli altri.

D: Hai mai realizzato un trucco per un evento importante o un matrimonio? Ti piacerebbe?
R: Si, quest’anno sono stata scelta dalla mia scuola per truccare le persone che dovevano sfilare per il corteo storico di San Nicola. E’ stato davvero molto emozionante, anche perché è stata la mia prima esperienza significativa in questo mondo, e mi piacerebbe ripetere questo tipo di esperienza per altri eventi o matrimoni.

D: Che trucco pensi sia più adatto per un giorno speciale come il matrimonio?
R: Penso che la scelta migliore sia un trucco di abbellimento, in quanto in quel giorno speciale la donna si deve sentire più bella che mai, un trucco non esagerato, ma che la faccia sentire bellissima.

D: Quali sono le ultime tendenze in fatto di make up? E quali prediligi?
R: Tante sono le tendenze che si sono diffuse nel 2015, si va da un look total nude, arrivando ad uno più esagerato con colori molto accesi. Altro elemento sono le sopracciglia. Mentre gli anni precedenti queste ultime si preferivano sottili, quest’anno si usano folte e quasi disordinate.

D: Per quanto riguarda i colori, invece, preferisci tonalità più neutre o più accese?
R: Sicuramente preferisco le tonalità più chiare e neutre, essendo un’amante della semplicità.

D: Pensi che il trucco possa essere d’aiuto per mettere in mostra la personalità di un individuo?
R: No, credo che la personalità emerga in altri modi. Il make up come dicevo prima, è una componente di abbellimento e spesso cambia i lineamenti di una persona, quindi non credo che possa essere di aiuto in questo senso.

D: Vedi il make up come un futuro lavoro o un semplice hobby?
R: No, per me non è un semplice hobby, ho trascorso tre anni tra sacrifici e studio, anzi mi auguro possa diventare il mio futuro lavoro.

D: Trovandoci in estate che trucco consiglieresti ad una sposa che sceglie questa stagione per celebrare il suo giorno speciale?
R: Penso che un elemento fondamentale debba essere la base, che deve essere perfetta, attraverso una buona base, infatti, è possibile realizzare un bel trucco. La base, quindi deve essere fluida, che si modelli sul viso, fissandola poi con la cipria, in modo tale che possa durare tutto il giorno. Una delle tendenze che si è diffusa nel 2015 è lo smokey eyes che va dalle tonalità del nero, del marrone o del biscotto; aggiungerei, inoltre, dei punti luce all’interno dell’angolo dell’occhio, sullo zigomo e sulla zona centrale del viso. Essendo gli occhi di tonalità piuttosto neutre, oserei sulle labbra un rossetto di una tonalità accesa che possa donare luce al volto.

D: Che volto noti sogneresti di truccare?
R: Mi piacerebbe truccare ogni singola modella di Victoria’s Secret e Cara Delevingne, modella in voga in questo momento. Inoltre miei sogni sarebbero quelli di truccare Beyoncé e Rihanna.


Ringraziamo Maira per la collaborazione, sperando possa realizzare il suo sogno!

Recensione a cura di Stefania Meneghella
Intervista realizzata da Manuela Ratti
Pubblicazione a cura di Roberta Giancaspro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *