Luigi Bianco-Il cammino verso la propria strada

Foto-Erica-Mou-1 web
Erica Mou- Imparare ad ascoltarsi
25 febbraio 2018
28232985_1622242797843772_136141642_n
Oltre i “limiti”: la volontà del cuore
25 febbraio 2018
28058701_141183343365792_1051795829607628800_n

Cantante


Facebook: Luigi Bianco

28058701_141183343365792_1051795829607628800_n

Oggi conosceremo meglio Luigi Bianco, giovanissimo cantante, che ha ben chiara la sua idea di musica, ma non solo sa quello che vuole, e sa come raggiungerlo seguendo la sua strada essendo unicamente sè stesso. Scopriamolo meglio in questa intervista.

Lasciamo la parola a Luigi Bianco con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.


D: Come nasce la tua passione per la musica?
R: La mia passione per la musica nasce sin da bambino cantavo sempre e ovunque, in macchina con mio padre, per strada da solo (lo faccio tutt’ora) a volte non me ne rendo conto e vedo la gente che mi guarda, allora smetto… ho sempre cantato ma mai su un palco con un microfono, non l’ho mai fatto seriamente perché non credevo nelle mie capacità. 5 anni fa ero ad un karaoke con amici e cantai una canzone e mi chiesero come mai non avevo mai pensato di cantare seriamente. Presi in considerazione questa possibilità e iniziai a studiare canto, da allora non ho mai smesso di studiare, ho lavorato tanto, ho iniziato a fare concerti live e a lavorare su progetti inediti.

D:Quali sono i cantanti che ti hanno fatto avvicinare alla musica o che ascoltavi più spesso?
R: Ho sempre seguito il programma “Amici di Maria de Filippi” … un sabato pomeriggio del 2008 ho sentito cantare Alessandra Amoroso il suo singolo Immobile… m’innamorai della sua voce, della sua interpretazione da allora non ho mai smesso di seguirla, è il mio punto di riferimento, è anche grazie a lei se ho deciso di intraprendere questa strada. Il mio obiettivo è quello di duettare con lei (ce la farò prima o poi, niente è impossibile).
Naturalmente ci sono altri cantanti che seguivo e che seguo tutt’ora… mi piacciono Lucio Dalla, Fiorella Mannoia, Mina, Giorgia, Celentano… di artisti giovani apprezzo Marco Mengoni e Francesca Michielin.

D: Se dovessi definirti dal punto di vista musicale cosa diresti?

R: Quando ho iniziato a studiare canto amavo cantare i classici della musica italiana “Caruso, Tu si na cosa grande” erano i miei cavalli di battaglia… col tempo mi sono avvicinato alla musica moderna attuale, amo l’elettronica! Per questo ho deciso di inserire anche nella scaletta delle mie serate canzoni moderne e i classici trasformati sotto una chiave più moderna, mi piace l’idea di riaranngiare i pezzi con la mia chitarrista Federica Colannino (formiamo un duo e ci chiamiamo The Fireworks). Voglio che la mia musica sia fresca, piacevole da ascoltare, colorata.

D:Parlaci del tuo ultimo brano “Fatico a scegliere”
R:Fatico a scegliere l’ho registrata il 21 settembre 2017 quando ho iniziato a lavorare con la mia etichetta discografica la MM line production records. Ho conosciuto la mia manager Maria Totaro e abbiamo deciso di lavorare insieme. Stiamo creando un percorso magico che rappresenta quella che è la mia persona.Riguardo il singolo non posso ancora rilasciare nulla ma posso dirvi che ho presentato il singolo al “Rising Voice Contest” e ho vinto il premio come miglior inedito! Fatico a scegliere ha alle spalle diversi progetti e collaborazioni ne sentirete parlare!

D: Parteciperesti mai ad un talent show? Perché?
R:Ho fatto il provino ad “Amici” qualche anno fa, avevo 18 anni ero ancora abbastanza acerbo, avevo ancora tanto da imparare, ho voluto fare un’esperienza e ho passato una fase!
Mi promisi che sarei ritornato quando mi sarei sentito pronto, all’altezza di un programma così importante! In 4 anni diverse cose sono cambiate, la consapevolezza del mio strumento, la determinazione, il possesso del palco! Ho voluto fortemente crescere in questi anni!
Adesso sono pronto per affrontare queste situazioni, ho tanto da imparare sicuramente e non ho nessuna intenzione di smettere di studiare perchè voglio conoscere altre sfumature della mia voce, perché ho la necessità di imparare la musica e la tecnica in toto. La domanda è “Parteciperesti mai ad un talent show?” Beh adesso “Amici” è diventato il mio obiettivo perchè voglio far conoscere la mia musica, perché voglio fare il cantante e credo che amici sia una bellissima vetrina per giovani emergenti!

D: C’è un tema che ti piacerebbe trattare in un tuo futuro singolo?
R:Non ho un tema preciso che mi piacerebbe trattare in futuro. Dipende dal periodo in cui nasce una canzone. Oggi sento il bisogno di parlare delle mie paure, domani forse avrò il bisogno di parlare dell’amore. Quello che so è che voglio lanciare dei messaggi positivi e messaggi che facciano riflettere che diano un insegnamento perché anche a questo serve la musica. Lanciare dei messaggi che diano un insegnamento.

D: Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
R:Il mio sogno nel cassetto è quello di pubblicare album e fare una miriade di tour. Io amo il live, fare spettacolo, cantare con la gente.

D: Quali sono i tuoi futuri progetti?
R:I progetti futuri ci sono e anche tanti, musicalmente parlando non posso rilasciare nulla ancora perché prossimamente svelerò diverse news quindi consiglio a tutti coloro a cui piacerebbe seguire il mio percorso musicale di seguire la mia pagina Facebook “Luigi Bianco Official” o su instagram “luigiof”. In futuro però ho il desiderio di adottare un cagnolino e chiamarlo “Pepita” Ringrazio pubblicamente la mia famiglia che mi sostiene, la mia etichetta discografica, i miei amici e tutta la gente che ha deciso di seguire il mio percorso musicale! Un ringraziamento speciale va a te che hai scelto di intervistarmi! Ti auguro tanto successo.


Ringraziamo Luigi Bianco per la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandogli di continuare a sorprenderci e sorprendersi.

Intervista realizzata da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *