Lina Powder – Come divenire farfalla

20156116_1628530763824628_1284916211996925551_n
Andromeda – Essere parte delle note
19 luglio 2017
20294091_1637273732950331_1668602832089973420_n
Francesco Arienzo – Raccontare parte di sé
23 luglio 2017

Look maker, parrucchiera e truccatrice


Facebook: 
Lina Powder



Tante volte, guardandoci allo specchio non ci piacciamo, vorremmo essere diverse, completamente diverse. E’ per questo che esistono mestiere come quello della look maker che grazie alle loro competenze professionali riescono a donarci la sicurezza che ci mancava, e ci fa ritrovare la fiducia in noi stessi. Quella che prima allo specchio sembrava qualcosa di imperfetto è divenuto farfalla, pronta a spiccare il volo. Con noi oggi Lina Powder, look maker, parrucchiera e truccatrice che in questa intervista ci racconta la sua speciale evoluzione.

Augurandole di continuare sempre in questo meraviglioso percorso, doniamo a lei la parola.


D: Come nasce la tua passione per tutto ciò che riguarda l’estetica?
R: Questa è davvero una domanda curiosa! Non posso dire in età adolescenziale, perché quando ero piccina ero totalmente contro qualsiasi cosa che mi rendesse più carina e soprattutto femminile! Non so esattamente il perché, ma andavano un po’ contro corrente rispetto alle mie compagne di liceo (artistico). Loro erano sempre con il trucco, l’acconciatura o gli smalti all’ultima moda, io invece pensavo solo ai concerti, a dipingere tele e colorare i miei capelli di verde fluo! Il resto non contava…il trucco poi…”bella al naturale”, mi ripetevo! Purtroppo però ero in piena tempesta ormonale e come ogni ragazzina all’età di 15-16 anni soffrivo di acne, bubboni rossi su tutto il viso; ero un mostriciattolo, e in più avevo delle sopracciglia orrende alla Peo Pericoli. La situazione ha iniziato a peggiorare quando mi sono infatuata del bello della scuola…. Ma come avrei potuto fare colpo su di lui in quelle condizioni? Era necessario un ripristino. Ho quindi comprato un kit di sopravvivenza trucco e capelli, e con molta calma e fantasia ho iniziato il mio restyling! Ricordo che da bambina adoravo ammirare le due sorelle di mia madre truccarsi per ore davanti allo specchio.  Così ho fatto tesoro di questo e ho provato a mettere in pratica i loro insegnamenti. Beh che dire…non ero la Miss Liceo ma per lo meno ero carina, e il bello della scuola, anche se non l’ho mai conquistato , almeno mi ha notata! Questo simpatico racconto è per descrivervi il mio primo vero approccio con l’estetica; da quel momento cosi divertente e creativo del mio cambio look, ho compreso che avrei potuto approfondire questo argomento aiutando delle piccole “ranocchiette” come me a diventare delle principesse! Dopo il Liceo mi sono iscritta alla BCM  Beauty Center Of Milan, una delle migliori scuole di Make Up Artistico e, finiti gli studi, ho iniziato quasi subito a collaborare con la moda, la pubblicità e molto altro!

D: Quando hai capito che la scelta intrapresa sarebbe stata quella giusta per te?
R: In realtà è una cosa che comprendo ogni giorno, ogni momento, in ogni istante in cui il mio o la mia cliente sono soddisfatti del mio servizio, capisco che questa è la strada giusta per me! Con questo mestiere, che comprende molte cose a 360 gradi (Make Up, Hair, Styling, Permanent Make Up), riesco ad esprimere appieno la mia creatività e soddisfare le richieste di molte donne…e anche ometti. Il sorriso e il ringraziamento da parte di un cliente è la mia gioia più grande!

D: Qual è l’aspetto del tuo lavoro che preferisci?
R: L’aspetto che prediligo è senza dubbio quello creativo. Ho necessità di esprimermi, e manualmente è il canale giusto! Datemi un pennello, una spazzola o un dermografo e creerò per voi! Anche l’aspetto umano e l’empatia che si crea con i clienti è un sentimento che mi appaga. Quando si lavora a livelli molto alti, come nella moda per esempio, a volte certi valori umani restano offuscati. Fortunatamente , per scelta di vita, ho fatto dei cambiamenti di percorso potendo cosi confrontarmi con persone non appartenenti a questo mondo e molto più gratificanti a mio parere! Ho truccato e pettinato modelle top per molti anni grazie alla moda, ma le mie soddisfazioni più grandi sono quando una cliente del tutto normale, con un lavoro qualunque, si
commuove per il servizio che ho appena prestato. Si emoziona perché si vede come mai si era vista, si commuove perché scopre di avere del potenziale nascosto che con il mio aiuto è riuscita a tirare fuori! Ma può esserci gioia più grande di questa consapevolezza? Dopo tutto sono donna anche io e non faccio la modella; anche io ho dovuto lavorare su di me, perciò comprendo il processo evolutivo!

D: In quanto tempo elabori il look ideale per una persona?
R: I tempi di elaborazione di un look perfetto ad hoc per una cliente non sono perfettamente calcolabili. Diciamo che amo molto fare una bella chiacchera introduttiva e conoscitiva, voglio prima comprendere chi è davvero chi mi sta di fronte. Solo una volta compreso ciò riesco davvero a focalizzare il giusto look! Nel programma “LINA’S HAIR & STYLE” sicuramente avevo dei tempi molto ridotti per ovvie questioni, e spesso decidevo il tutto solo guardando delle immagini delle mie ospiti, ma sono allenata in questo, sono abituata ad osservare foto, anche perché le
adoro, e se sono autentiche e davvero rappresentano il momento, riesco a vedere l’anima di chi è ritratto. Diciamo che in tempi da set in 1 ora al massimo dovevo decidere tutto: trucco, capelli e styling.

D: Quanto tempo hai impiegato per creare il tuo stile?
R: In realtà non mi sento di affermare che ho creato il mio stile…sono semplicemente io. Amo il gusto retrò, mi sento a mio agio coi colori e le gonne a ruota. La frangetta rossa mi ricorda le Pin Up anni anni ‘50 e forse sono solo nata nell’epoca sbagliata! Ogni giorno vi assicuro che apporto una variazione nel mio look ma è una cosa istintiva e tutto avviene in modo naturale e senza troppi ragionamenti.

D: Quali sono i must di un trucco secondo te?
R: Per me in un trucco non possono mai mancare delle sopracciglia perfette, un mascara volumizzante, un correttore per imperfezioni, un velo di fard e un gloss trasparente! Io senza queste cose non esco nemmeno per fare la spesa…e voi?

D: Quali sono le acconciature che invece preferisci adoperare e i colori che solitamente utilizzi?
R: Senza dubbio su di me preferisco delle acconciature in stie anni 40-50. Sono un po’ impegnative da fare tutti i giorni, e infatti le preservo per le occasioni speciali! Quando lavoro sui set o quando tatuo in studio ho sempre i capelli raccolti, se posso con stile; altrimenti un bel mollettone risolve sempre tutto. Magari ci applico sopra un bel fiore colorato! I colori che utilizzo hanno quasi tutti una base di rosso rame, anche se amo particolarmente il rosa. Infatti in questi giorni sto facendo degli esperimenti: ho 4-5 colori in testa, però mi piacciono!

D: C’è un personaggio dello spettacolo che in futuro ti piacerebbe truccare?
R: Beh ragazzi io sparo in alto: Madonna! Quale truccatore non la vorrebbe truccare? Con lei farei volentieri un servizio in stile anni 50, ovviamente, ma in chiave moderna. Giocherei con capelli colorati con movimenti retrò e Victoy Rolls, un trucco vintage ma  tono su tono e poi mi divertirei a vestirla con corpetti particolari molto stretti in vita. Insomma mi hanno detto di credere nei sogni…speriamo!

D: Quali sono i consigli che daresti ad una persona che è ancora in cerca del suo stile?
R: Consiglierei di non aver paura di guardarsi dentro, di non temere il giudizio degli altri e osare con discrezione come primo approccio al cambiamento! Direi loro di non dire nulla a nessuno, amici e parenti e stupirli con effetti speciali. Spesso le persone che ci amano si abituano a riconoscerci cosi come ci mostriamo. Ma sei siamo diverse dentro, è inutile chiedere consiglio a loro, non capirebbero forse. Voi fatelo…PUNTO! Il corpo è vostro e ve lo gestite voi! Se siete inesperte nel settore affidatevi a Look Makers competenti nel settore e che vi ascoltino accuratamente.

D: Quali sono i tuoi futuri progetti?
R: Per ora sono molto presa con il Trucco Permanente, sto facendo molta strada in questo settore, grazie alla collaborazione con l’Accademia Italiana di Trucco Permanente e, insieme ad un team fantastico di docenti, portiamo avanti il discorso insegnamento in tutta Italia di questa professione. Nel 2017 ho avuto il piacere di collaborare con la trasmissione “DETTO FATTO” condotta da Caterina Balivo come Tutor…credo che questa collaborazione continuerà anche per il 2018 e ne sono molto felice!


Ringrazio Lina Powder per la sua collaborazione e per il tempo che mi ha donato, augurandole di continuare a sorprenderci e a sorprendersi.

Presentazione e intervista realizzata da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *