Leonardo Cipollini: dalla bottega paterna al brand di lusso Éclesedè

002A5493
Enzo Melchiorre- L’importanza di donare un sorriso
28 marzo 2021
174780917_495417158540135_721719200611711706_n
Giulia Luz- Un cambio di vita verso la meta sognata
5 giugno 2021

La moda è un mondo favoloso.Ogni anno abbiamo modo di conoscere creativi e giovani talenti che ispirano le nostre vite. Nel caso di Leonardo Cipollini parliamo di un professionista, un creativo capace di donare emozioni attraverso gioielli incredibili. Le sue borse gioiello e Éclesedè hanno conquistato la Toscana e piano piano il panorama italiano. Il brand ha fatto del made in Italy il suo concetto principale, trasformandola addirittura in Extreme Italy. Oggi siamo qui con Leonardo Cipollini per parlare di Éclesedè e di come questo favoloso mondo a preso forma negli anni.

Lasciamo la parola a Leonardo Cipollini con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso 

D: Ciao Leonardo benvenuto! Come nasce la tua carriera da orafo?
R: Buongiorno a voi e grazie per il vostro invito. Nasce come eredità da mio padre, maestro orafo, che mi ha trasmesso l’amore, la passione e l’arte di questo mestiere. Tutto ciò diventato parte importante del mio essere e ho avuto la possibilità di crescere il modo del designer del gioiello fin da piccolo.

D: Ci sono dei metalli e delle pietre preziose che tende a prediligere per le tue creazioni?
R: Venendo dal mondo del gioiello nel senso più alto, sono affascinato e legato ai metalli preziosi e pietre preziose. Ho anche la certezza che al di sopra del materiale prezioso, di qualsiasi natura si tratti, un gioiello deve trasmettere delle emozioni che devono dare luce armonia e senso di benessere a chi lo indossa, a prescindere dal materiale con cui è stato realizzato. Mi piace sperimentare senza limiti e dare forma a qualsiasi tipo di materiale

D: Da dove nasce il nome Éclesedè?
R: Éclesedè è un nome di fantasia che gioca con le iniziali: la “e” accentata per testimoniare il mio essere nelle creazioni, con la “c” di Cipollini e “l” di Leonardo continua il gioco di iniziali, terminando con “sé” per rendere tutto più fonico e gradevole.

D: Spesso si legge che le tue creazioni Extreme Italy, puoi spiegarci meglio questo concetto?
R: Dall’idea che prende vita su un foglio di carta o da un blocco di cera che viene scolpito, da un pellame che viene lavorato, in ogni qualsiasi parte in ogni più piccolo particolare della creazione del gioiello. C’è una fase di vita per farlo poi diventare una creatura con una propria personalità. Il comune denominatore è la presenza in ogni passaggio del mio essere nel laboratorio, il posto dove tutto prende forma partendo dalle mie emozioni fino alle mie mani. Posso gridare rivendicando a voce alta che Éclesedè rispecchia il concetto da me coniato e cioè quello di Extreme Italy.

D: A cosa sono ispirate le tue borse il gioiello?
R: Le forme che creo sono per me frutto di emozioni e passioni che pur traendo origine da forti contrasti, giungono ad una creatura stilistica in completa armonia. Questa collezione è “Deep Luxury” perché è un omaggio al grande blu: il mare che con il suo fascino fatto di creature misteri, abissi, lo rende un mondo di bellezza senza tempo. Ogni gioiello ha questo spirito senza tempo dentro di sé e ogni nome è il nome di una conchiglia. Ho sentito la necessità di poter far conoscere quello che mio padre mi ha trasmesso. E’ un omaggio a lui e alla grande guida che mi ha donato. Il suo talento, quello che mi ha passato come testimone, mi da la possibilità di essere sempre accanto a Lui attraverso le mie mani e le mie creazioni.

D: Quali sono le difficoltà che ho fashion designer come te ha riscontrato nelle creazioni delle borse della nuova collezione?

R: Le difficoltà ti possono solo fare assaporare la bellezza del traguardo, mi batto con tutto me stesso per non fermarmi mai, le difficoltà sono davvero molte. Io sono una piccola realtà che si confronta con il mondo dei colossi, ma sono consapevole di avere dentro di me una forza creativa che è inesauribile e non potrei vivere senza poter creare.

D: Dove possiamo acquistare le splendide collezioni delle tue borse gioiello Extreme Italy?
R: Per poter acquistare le borse gioiello potete contattare il sito web www.leonardocipollini.it oppure scrivere una mail a info@leonardocipollini.it per un appuntamento. Piano piano stiamo crescendo e presto si spera, ci sarà possibilità di acquistare le nostre borse gioiello in boutique e gioiellerie prestigiose.

 

Lasciamo la parola a Enzo Melchiorre con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.


D:  Come nasce la tua passione nella creazione di matrimoni ed eventi?

R: Questa passione, che si è evoluta poi nel mio lavoro, nasce da quando ero piccolo. Mi sono sempre definito un’esteta e credo che questo lavoro rispecchi il mio modo di essere, infatti, mi è sempre piaciuto preparare sistemare ed organizzare, e il mio lavoro combina tutti questi aspetti.

D:  Quali sono secondo te gli elementi che caratterizzano i tuoi lavori? 

R: Credo che alcuni degli elementi che caratterizzano i miei lavori sia l’utilizzo di materiale naturale e riciclato, come dare a questi elementi una nuova forma di vita, in maniera creativa.

D:  Quali sono gli elementi iniziali che ti fanno partire dalla creazione di un evento?

R: Il mio mentore mi diceva sempre: “ti basta immaginare una scatola vuota e li che il tuo estro che va a mille”. Questa frase è quella che ad ogni evento mi spinge a creare sempre qualcosa di nuovo e di diverso, e che soprattutto rispecchi in pieno il mio stile e i desideri dei clienti.

D:  Quali sono gli aspetti che più ami del tuo lavoro?

R:L’aspetto che più amo, e più mi rende realizzato è poter rendere felice, attraverso questo evento, chi ha avuto l’idea di organizzarlo. Quindi la soddisfazione più grande avviene nel momento in cui un cliente o una coppia di sposi mi dice: “Non immaginavo tutto questo, grazie per aver realizzato il nostro sogno”, queste parole sono quelle che mi danno la spinta continua per andare sempre avanti.

D:Qual è un evento che hai realizzato che più hai amato portare a termine perché più ti è piaciuto come scelta di tema, ad esempio?

R:Ogni evento credo che sia unico e speciale, e irripetibile, per me ogni evento che ho organizzato ha un suo significato speciale e ciascuno di essi mi ha donato un’emozione.

D: Quali credi siano i segreti per la buona riuscita di un evento?

R: Ci sono tanti segreti che credo possano trasformare l’evento da bello a qualcosa di unico. Se dovessi classificare ti direi sicuramente la lealtà ed il rispetto, ma anche il coordinamento con tutti i fornitori.

D: Quali sono i colori, stoffe e i fiori che più preferisci utilizzare?

R:  Uno dei colori che più amo utilizzare è il bianco, anche se può sembrare una scelta banale, però usato nel giusto modo non si corre questo rischio. Altro colore che apprezzo è il blue avio magari coniugato con avorio e oro.

D: C’è un sogno nel cassetto in ambito professionale che ti piacerebbe realizzare?

R: Mi piacerebbe sicuramente specializzarmi nel wedding destination. Sogno di arrivare sempre più in alto e pian piano di raggiungere traguardi e obiettivi che mi sono prefissato. Fortunatamente ci sto arrivando, ho tanta pazienza, quindi saprò aspettare il mio momento.

D: Quali sono i tuoi futuri progetti?

R: Il mio obiettivo principale al momento è lavorare sulla mia immagine professionale, concentrarmi su quest’aspetto che finora avevo un po’ messo da parte.

 


Ringraziamo Leonardo Cipollini per la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandole di continuare a sorprenderci e a sorprendersi.

 

Recensione ed intervista a cura di Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *