Silvia Nail Cover_Ho visto un sogno_b (1)
Silvia Nair- Il coraggio nel vivere di sogni
15 luglio 2020
Pierozzi5
Pierozzi- Quando la musica diventa spontaneità
27 luglio 2020
LEGNO (5)

Band

E’ bello poter dare vita a qualcosa in cui si crede davvero, compiere un passo in un progetto che da sempre avremmo voluto portare a termine. E’ così che quel progetto in cui solo noi avevamo creduto, diventa qualcosa di comune, qualcosa che anche gli altri ascoltano, apprezzano e amano. E’ sempre da lì che si verificano gli eventi più belli e inaspettati. E’ un pò con questi presupposti che nasce l’idea del duo musicale Legno, un progetto indipendente formato da due ragazzi toscani la cui identità è sconosciuta. Firmato dall’etichetta indipendente Matilde Dischi, il progetto debutta a giugno 2018 con la trilogia “Sei la mia droga” (parte uno), “Tu chiamala estate” (parte due) e “Mi devasto di thè” (parte tre). Il 28 novembre Spotify nota i Legno e li inserisce con “Sei la mia droga” nella playlist Scuola Indie. I successivi singoli “Le canzoni di Venditti” e “Febbraio” entrano in playlist come Scuola Indie e Indie Italia, che anticipano la pubblicazione del disco “Titolo album”, uscito il 29 marzo per Matilde Dischi con distribuzione Artist First. Il successo dei Legno continua grazie alla collaborazione estiva con Divanoletto, nome d’arte dell’inviato de Le Iene Nicolò De Devitiis, per il singolo “All You Can Eat”. Il 27 Settembre esce “Affogare” singolo che apre il nuovo capitolo discografico dei Legno. “Affogare” raggiunge la vetta della playlist Indie Italia, contando 5 milioni di streaming e andando in alta rotazione su Radio Zeta. Il 6 Dicembre esce “In (Gin) Di Vita” il brano entra subito in tutte le più importanti playlist di Spotify, Tim Music e Amazon Music. Il 6 marzo esce il loro ultimo singolo “Casa De Papel”, ispirato all’omonima serie spagnola, che raggiunge immediatamente i singoli precedenti “Affogare” e “In Gin Di Vita” nelle più importanti playlist editoriali delle piattaforme streaming.

Lasciamo ora la parola ai Legno con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.

 

 D: Come nasce il vostro progetto musicale?

R: Per gioco, eravamo in casa di Legno Triste, avevamo i pezzi e la voglia di fare qualcosa di bello insieme. Ci conosciamo da tanto tempo e il desiderio di unirci per fare musica era troppo grande. Trovato il nome abbiamo preso una scatola vecchia e siamo diventati legno felice e legno triste.

D:Come mai avete deciso di chiamare il vostro duo “Legno”

R: Il legno è un materiale che lavorandolo prende forma ed è sempre vivo. La parola Legno ci rappresenta molto in quanto ci possiamo definire due ragazzi legnosi…

D: Cosa rappresenta per voi la musica?

R:Tutto, è la nostra vita!

D: Cosa vi piacerebbe trasmettere a chi vi ascolta?
R:Con i nostri pezzi vogliamo parlare del quotidiano e di tutto quello che ci circonda, siamo molto sensibili alle storie sentimentali e di vita. Quando i nostri pezzi arrivano al pubblico e aiutano chi ci ascolta ci sentiamo felici. Per noi è molto importante trasmettere qualcosa di positivo ai nostri ascoltatori.

D: Qual è il brano presente nel vostro album che più vi rispecchia? Perché?
R:Le canzoni di Venditti e Maionese, sono due pezzi che rispecchiano molto lo stato d’animo di entrambi, anche se siamo “legno felice e legno triste” siamo sempre molto malinconici e questi pezzi sono una parte della nostra vita.

D: Quale lato di voi il pubblico finora attraverso le vostre canzoni ha potuto apprezzare ed amare?
R: Crediamo che il nostro pubblico ha apprezzato la parte malinconica dei nostri brani che in qualche modo ha funzionato da cura per tante situazioni sentimentali in bilico e in difficolta.

D:  Raccontateci del vostro ultimo singolo in duetto con Rovere intitolato “instragramMare”.
R:In un momento difficile, grigio come quello del lockdown avevamo bisogno di un po’ di colore e di spensieratezza, ricordando le cose che prima erano comuni a tutti, ci siamo trovati a ricordare la normalità che finalmente adesso sta tornando nelle nostre vite.

D: Raccontateci del video di questo ultimo brano

R: Mare spiaggia e sole, tutto ciò di cui avevamo bisogno dopo il lockdown! Siamo tutti molto felici di poter tornare a vivere all’aperto, ma dobbiamo anche fare molta attenzione.

D:Quali sono i vostri futuri progetti?

R:Live e prossimamente anche un album. Abbiamo molta voglia di ripartire e vivere di musica.


Ringraziamo Legno per la loro collaborazione e per il tempo che ci hanno donato, augurandogli di continuare a sorprenderci e a sorprendersi.

 

Intervista realizzata da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *