La pioggia del male, l’arcobaleno del bene

valeria-petruzzelli-il-passato-e-un-campo-di-addestramento-kosmomagazine
Valeria Petruzzelli – Tra sonno e realtà
2 ottobre 2016
Yasmin Incretolli - Salvarsi l'anima
Yasmin Incretolli – Salvarsi l’anima
9 ottobre 2016

L’amore non è fatto solo di gioia e momenti felici, certe volte proprio ad unire sono le cose che possono apparire più drammatiche, poiché fortificano quello che fino ad allora è stato creato. Attraverso momenti più difficili si può comprendere quanto la coppia può resistere a turbolenze, ma non solo, è possibile capire l’importanza che si assume per l’altro, e quanto si è in grado di prendersi cura della coppia. L’amore è come la vita bisogna saper scorgere dalla pioggia un po’ di arcobaleno, la medaglia è sempre composta di due volti, quando capita qualcosa di negativo si tende sempre a concentrarsi su quest’ultima, con il tempo, nonostante sia difficile ci si rende conto di quanto un evento seppur negativo abbia rafforzato, si vede così l’altra faccia della moneta. La vita ci è stata donata per viverla nel miglior modo ritenuto da noi possibile, non sapendo osservare il bello ma concentrarsi sul negativo impedisce di viverla bene e in maniera serena, bisogna far si che il negativo non abbatta, ma fortifichi. Il sole è dentro noi il nostro compito è far si che questo non sia chiuso al nostro interno, ma che tutto il mondo possa osservarlo.

Era il giorno di capodanno,Arika e Hunter una giovane coppia statunitense, si trovavano nella stessa macchina e lui era alla guida. Un giorno per i due sicuramente indimenticabile, poiché la loro macchina ha iniziato a sbandare Hunter ha tentato con una manovra di limitare i danni. L’impatto è stato comunque forte ed entrambi hanno perso conoscenza. Si sono ritrovati successivamente in un ospedale entrambi con il collare ortopedico, Arika era preoccupata per Hunter, Hunter era preoccupato per Arika. Hunter trova il modo di raggiungere la sua amata, sentiva in quel momento bisogno di un suo abbraccio, aveva bisogno di sapere che stava bene. “Si sente in colpa per il dolore che sto provando, ma mi ha salvato la vita. Continua a dire ‘avrei dovuto proteggere te e non l’ho fatto”, ma in realtà ha fatto esattamente il necessario per assicurassi che non morissi”. Queste le parole con cui inizia la didascalia che accompagna la commuovente foto postata da Ambra sul suo profilo facebook. La foto è la pura dimostrazione di quanto l’amore sa vedere oltre le cose negative, di quanto il beneverso l’altro, a volte, supera anche il bene che si vuole a se stessi, poiché se l’altro non sta bene ci si sente incompleti, nemmeno noi riusciamo a stare bene completamente, siamo come persi e smarriti, è come se fosse parte del nostre sole si fosse spento, è come se non si può splendere come prima.

Ma quando la pioggia torna ad essere sole e il sole si trasforma in arcobaleno, tutto ciò che è stato passa, e quello che conta e resta davvero è l’amore, quelle braccia, quegli occhi e quel sorriso che sanno rassicurare e sanno prendersi cura come mai nessuno riesce. L’amore è prendersi cura, l’amore è far si che non accada mai nulla di male, l’amore è bene, l’amore è protezione, l’amore è felicità nonostante le cose negative. E’ questa la lezione che Arika e Hunter nonostante la loro giovane età riescono a trasmettere attraverso questo episodio negativo, la pioggia era l’essere separati, l’arcobaleno era solo essere insieme, anche doloranti, anche in un ospedale, ma insieme. L’incidente si è concluso con solo qualche punto di sutura. E Arika ringrazia il Signore di aver potuto riabbracciare Hunter. Il sole è tornato a splendere subito dopo, quell’inizio anno che era partito in maniera negativa, si è trasformato in un evento positivo, in un miracolo non solo di vita ma d’amore.


Articolo realizzato da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *