Jessica Mazzoli- La musica che fa stare bene

Identità derubate
Identità derubate
25 agosto 2018
40056619_10156559616796797_1013427439348482048_n
Luca Vismara- Il colore della propria personalità
9 settembre 2018
jessica11

Cantante

Pagina Facebook: Jessica Mazzoli


 

jessica15

Oggi parleremo di Jessica Mazzoli, nota al pubblico per la sua partecipazione ad X Factor. Sono passati anni da questo percorso artistico intrapreso da Jessica, e oggi la cantante torna alla ribalta con un nuovo progetto, un nuovo singolo che vuole essere un modo per aprire un nuovo capitolo della sua vita, ricominciando tutto da capo.

Lasciamo la parola a Jessica Mazzoli  con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso 

D:Come nasce la tua passione per la musica?

R: Non ricordo esattamente penso di esserci nata , sicuramente ha influito allo sviluppo di questa passione essere cresciuta in una famiglia dove la musica è sempre stata ascoltata con interesse , vissuta , direi più che apprezzata!

D:  Quali sono le caratteristiche che secondo te ti distinguono in ambito musicale?

R:Non posso certo esprimerle io ma chi mi ascolta. Posso solo dire che vivo a pieno la canzone mentre la eseguo.

D: Hai partecipato anni fa al talent show X Factor. Come quell’esperienza ti ha cambiata dal punto di vista musicale?

R: Anche x factor ha fatto parte del percorso, sicuramente ha iniziato a farsi più concreta l’idea che la musica è una vera e propria responsabilità. Mi ha lasciato tanto come penso a tutti i miei compagni che vi hanno partecipato sia dal punto di vista musicale sia da quello televisivo.

D:  Quali sono i consigli che daresti a chi come te si vuole affacciare al mondo della musica?

R:Penso che ognuno debba vivere la propria esperienza musicale per poter arrivare a comprendere dove vuole affacciarsi con la scrittura con lo stile. Detto questo penso che ci voglia studio, preparazione ma soprattutto fortuna, perché è un mondo complicato e c’è molta gente brava.

D: Cosa ci dici invece riguardo il tuo ultimo singolo intitolato “Io sto bene”. Qual è il messaggio vorresti arrivasse al pubblico?

R:Il messaggio è già impresso nel titolo! Comunque è stato un esperimento musicale quello appunto di cui parlavo nella domanda precedente: “il famoso percorso”. Pian piano ognuno arriva a capire il proprio stile, è una ricerca continua.

D: Quali sono le differenze dal tuo primo progetto discografico? Quali sono i temi e i sound presenti in questo disco?

R:Sicuramente man mano si va avanti si capirà il principio di ricerca; darò molto valore al testo cosa che oggi mi rendo conto scarseggia un po’. Per quanto riguarda le sonorità avranno anch’esse la loro importanza, lavoro con bravi musicisti che capiscono le mie idee. Siamo in sintonia!
Io provengo da vari “periodi musicali” dal punk alla musica folk, dall’hard core all’heavy metal, dal blues al funky.
Quindi ripeto questo album sarà frutto di un percorso senza tempo! Ci saranno ovviamente delle collaborazioni significative, perché nella realizzazione di questo album ho incontrato delle magnifiche persone, conosciuto magnifici musicisti, ognuno di loro con pregi diversi e incomparabili.

D: Sogni nel cassetto?

R:Sogni nel cassetto tanti, non basterebbe un’intervista intera!

D:  Quali sono i tuoi futuri progetti? 

R:Progetti futuri : fare musica!

Intervista realizzato da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *