Ivan Granatino – Trasparenze musicali

19748585_1618136801530691_2687211888208351815_n
Trankida – Raccontarsi e raccontarci
10 luglio 2017
teresa-ciabatti-1
La sconfitta segna, la sconfitta insegna
11 luglio 2017
19894976_1618136371530734_4773442164746250958_n

Cantante

Sito Web: Ivan Granatino
Facebook: 
Ivan Granatino


Ivan Granatino nasce a Caserta nel 1984 e fin da piccolo inizia a muovere i primi passi nel mondo della musica grazie al padre, interprete di musica classica napoletana, che gli trasmette quella che è diventata poi una grande passione che si orienta sempre di più verso il rock e l’hip hop, tanto da intraprendere un percorso artistico personale che lo porta a creare un crossover tra questi due generi musicali. La sua formazione si divide tra corsi di canto, lezioni di musica e tanti provini in lungo e in largo per lo stivale. Grazie al suo stile con cui passa con disinvoltura dal rap, all’r&b, dalla musica dance al rock, Ivan Granatino collabora con i maggiori rappresentanti dell’hip hop italiano come Clementino, Club Dogo, Luchè dei Cosang e il produttore Franco Ricciardi e D-Ross. Nel 2014 il grande palcoscenico di Rai Due di The Voice of Italy offre al giovane rapper la possibilità di farsi conoscere dal grande pubblico e farsi apprezzare dalla giuria, infatti dopo aver superato l’audizione al buio esceglie J-Ax come coach nella sua avventura. Dopo l’esperienza tv, Ivan esce con il singolo “Pare mo,” pubblicato nel 2015. Il nuovo album “Ingranaggi” è in uscita nel maggio 2017.

Lasciamo la parola a Ivan Granatino con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.


 

D: Come nasce la passione per la musica?
R: Mi sono avvicinato alla musica grazie a mio padre, interprete di canzoni classiche napoletane. Grazie a lui è partito il mio viaggio e la mia ricerca nella musica.

D: Quali sono gli artisti che più hanno influenzato il tuo stile musicale?
R: Ascolto tanta musica internazionale, in particolare dagli Stati Uniti.

D: Quali sono gli elementi che secondo te caratterizzano la tua musica?
R: Ce ne sono tanti e spaziano tra generi molto diversi, dal rock all’hip hop, senza dimenticare pop, r&b, elettronica. In un certo senso tutti questi generi rappresentano il “mio genere” che è molto contaminato e che mi piace definire un “crossover”.

D: Partecipi al talent show “The voice of Italy”. Cosa ricordi di quell’esperienza? Qual è stato il momento più bello?
R: Il momento più emozionante è stato sicuramente la blind audition. In generale porto nel cuore il confronto artistico con J.AX.

D: Il tuo ultimo singolo si chiama “A guagliona do core”. Ti va di raccontarci a riguardo?
R: “‘A guagliona d’o core” è un singolo con un sapore estivo ed un linguaggio verace. Fa parte di quelli che chiamo “ingranaggi rossi” del progetto, i pezzi più istintivi e sanguigni. Il brano infatti è una denuncia d’amore.

D: Cosa ci dici invece a riguardo del tuo ultimo album “INGRANAGGI”?
R: È un progetto che avevo in mente da un bel po’ di tempo e che finalmente è pronto per poterlo trasmettere a tutti. Ci sono dentro le mie storie, i miei suoni, il mio modo di fare musica e lo stile che porto avanti già da parecchi anni.

D: Cosa vorresti la gente capisse di te attraverso il tuo ultimo lavoro?
R: La cosa che mi piace di più di questo album è la sincerità. Mi sono messo a nudo al 100% e vorrei che la gente capisse questo.

D: Cosa vorresti la gente provasse dopo aver ascoltato una tua esibizione?
R: Per me quello che conta è poter suscitare emozioni attraverso la musica.

D: Qual è un sogno che vorresti realizzare in ambito musicale?
R: Fare questo lavoro per tutta la vita.

Ringraziamo Ivan Granatinoper la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandogli di continuare a sorprenderci e a sorprendersi.


Presentazione a cura di Stefania Meneghella
Intervista realizzata da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *