Ilaria Mossa- Una scrittrice che scalda il cuore

22007593_187329401811689_8948522190978113191_n[1]
Antonino De Luca-La fisarmonica? Un affare di famiglia
5 gennaio 2019
foto1
Costantino- La volontà di raggiungere i propri desideri
12 gennaio 2019
Ebook

Scrittrice

Pagina facebook: Ilaria Mossa

Amazon: Una nota nel cuore


foto

Ilaria Mossa è una giovanissima autrice proveniente da Bari, che è da poco uscita con il suo primo libro intitolato “Una nota nel cuore”. In questo romanzo è visibile non solo la passione dell’autrice per la scrittura, ma emerge anche la sua anima, di una persona romantica, legata a valori radicati come l’amore  e la famiglia. Nel corso del libro emergeranno varie deviazioni di percorso, vari ostacoli, ma l’amore riesce ad essere il filo conduttore dall’inizio fino alla fine, che rende questo romanzo caratteristico. Amore per la famiglia, per gli amici per il proprio partner… ma non solo, quello che unisce i due protagonisti è una grandissima passione in comune: la musica, colonna sonora delle loro vite, che li aiuta in tutti i momenti sia belli che difficili delle loro esistenze. “Una nota nel cuore” non può definirsi un classico romanzo d’amore, perchè sono tanti i temi trattati, e questo permette di essere letto da una fascia di età ancora più ampia.

Lasciamo la parola a Ilaria Mossa con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso 

D: Quando hai capito che per te scrivere era un’esigenza? 

R:Ho scoperto questa vocazione il 26 aprile 2016 grazie alla piattaforma wattpad. Devo ammettere che al liceo i temi mi terrorizzavano e la mia più grande paura era di lasciare il foglio in bianco. Ora, invece, riempirei più di un foglio. Quella data, quindi, ha tracciato in qualche modo il mio destino.

D: E’ da poco uscito il tuo primo libro intitolato “Una nota nel cuore”. Come è nata l’idea di questo romanzo? Quanto tempo hai impiegato a scriverlo? 

R:Prima di iniziare a scrivere questo libro, mi feci esattamente questa domanda: “Quali sono le tematiche che più mi emozionano e che vorrei trovare in un libro?”, perché ovviamente bisogna scrivere quello che più si ama leggere. Mi venne in mente uno dei miei film preferiti, La musica nel cuore-August Rush, e pensai che avrei voluto scrivere una storia che non parlasse solo d’amore, ma anche di famiglia e musica. Ho impiegato all’incirca un anno tra la stesura e la revisione personale.

D: All’interno del tuo romanzo ci sono varie tematiche che colpiscono un lettore. Qual è quella che più ti ha coinvolto nel raccontarla? In quale hai trovato una difficoltà maggiore ad immedesimarti?

R: La tematica che più mi ha coinvolto è quella della famiglia, mentre quella in cui ho avuto più difficoltà a immedesimarmi è la musica, più che altro perché non suono il pianoforte.

D: C’è un personaggio al quale sei più affezionata o al quale ti vedi più simile? Se si perché?

R:Il personaggio che mi rispecchia di più è quello della protagonista femminile, Rosemary. Come lei, anche io sono ansiosa, amo i dolci e avevo la fobia degli ascensori.

D:Nel libro la musica svolge un ruolo principale. Come è nata in te l’idea di coniugare queste due arti in un unico elaborato?

R:Come ho già detto prima, mi piaceva l’idea che la musica fosse, in qualche modo, una delle protagoniste della storia. In fondo, non è proprio con la musica che oggigiorno si comunica e, soprattutto, ci si emoziona?

D: Quale messaggio vorresti che la gente recepisse dal tuo romanzo?

R: Sono tre i messaggi  che vorrei trasmettere con questo libro. Ti riporto la dedica che ho scritto all’inizio del libro:

Ai sognatori che non perdono mai la speranza. Ai cuori infranti che non perdono mai la voglia di rimettersi in gioco. A chi crede ancora nel vero amore, una nota nel cuore che non smetterà mai di suonare.

Quindi, mai perdere la speranza, mai smettere di amare e di provare ad amare.

D:Come descriveresti il tuo romanzo ai nostri lettori?

R: Romantico, commovente, ironico.

D:  Quali sono i motivi per cui secondo te una persona dovrebbe leggere il tuo libro?

R:Una persona dovrebbe leggere il mio libro se ha voglia di un romance alternativo, che non ruota solo attorno a una storia d’amore. Se ama la musica, il senso della famiglia, e ha voglia di vivere l’amore in tutte le sue sfumature.

D: Ti piacerebbe se un giorno il tuo libro potesse diventare un film? Se sì come lo immagineresti?

R: Sarebbe un sogno! Ma sì, mi accontenterei anche di una serie tv. Mi è capitato di immaginarlo varie volte, dal momento del trailer fino alla fine della storia, e vorrei che fosse tale e quale al libro. Ogni singolo capitolo è essenziale.

D:  Cosa sogni per il futuro? Ti piacerebbe in futuro continuare sulla strada della scrittura?

R: Sogno di diventare una brava scrittrice, perché sono solo agli inizi e non smetterò mai di imparare, e vorrei tanto fare di questa passione il mio lavoro ( principale o secondario poi si vedrà). Anzi, che dico, non “vorrei” ma “sarà” quello che farò. Perché nella vita bisogna sempre inseguire i propri sogni, si vive solo una volta, e come consigliano i miei tatuaggi: “Carpe diem” e “J’écrirai mon destin”!

 

Intervista realizzato da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *