I badaboom- Il potere di una risata

3
Fasma GG- Mettersi in gioco con la musica
4 maggio 2020
Matteo Faustini (foto di Marco Piraccini)_2
Matteo Faustini- Raccontare con sensibilità
17 maggio 2020
IG58 (1)

Youtubers

Facebook: I badaboom

Youtube: I badaboom

Instagram:I badaboom

IG58 (1)


In un periodo come questo che il mondo sta attraverso, svagarsi e cercare un messaggio positivo, che possa trasmettere una risata è fondamentale, per ritrovare un pò di luce. Spesso sottovalutiamo il potere che possa avere una risata,  ma basti pensare quanto un atteggiamento positivo, o affrontare la vita con un sorriso, possa aiutare a cambiare il nostro modo di vedere le cose, o ciò che accade nel mondo. Sta in questo il lavoro de I badaboom, donare in un video di pochi minuti un sorriso a chi li sta osservando, attraverso stralci che raccontano anche vita quotidiana, quindi qualcosa in cui tutti si possono rivedere. Regalarci questi attimi di spensieratezza è fondamentale per noi, ma anche per chi ci sta attorno, la forza di un sorriso o di una risata può avere una potenza più forte di qualcosa di negativo. I badaboom sono un duo comico formato da Alessandro Aiello e Giuliana Di Stefano.
Alessandro e Giuliana si formano (e incontrano) presso l’Accademia d’Arte del Dramma Antico (I.N.D.A), specializzandosi nel repertorio greco classico e conseguendo il diploma nel 2012. Il loro percorso teatrale inizia prima di incontrarsi in Accademia e prosegue negli anni successivi al diploma, finché nel 2014, vengono invitati a partecipare al Sicilia Cabaret Lab e, negli anni successivi, alla relativa trasmissione “Sicilia Cabaret”, trasmessa dall’emittente regionale Antenna Sicilia e da Rai 2.Nascono così i loro primi personaggi comici, I lirici, una “elegante” coppia di cantanti che se le “canta” a suon delle più famose arie liriche.  Nascono anche Gli Spagnoli, due personaggi che si corteggiano, si avvicinano e si respingono sulla romantica melodia di “oramamì”. Nel 2017 decidono di intraprendere anche l’esperienza del web, producendo parodie musicali, canzoni inedite e video comici per la loro pagina, nei quali vengono affrontati argomenti riguardanti il sociale e i problemi di coppia.

Lasciamo la parola a i Badaboom con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.


D: Come nasce la vostra voglia di creare contenuti sul web?

R: Noi veniamo da un percorso teatrale e la vita a volte ti apre porte che neanche immaginavi. Abbiamo fatto un cambio di rotta per quanto riguarda il “contenitore”, ma alla fine il senso è sempre lo stesso: bisogno di comunicare.

D:  Come mai avete deciso di chiamarvi I Badaboom?

R:Avevamo in mente un concetto, più che un nome. Cercavamo qualcosa che richiamasse uno scontro esplosivo. Mentre pensavamo al nome preparavamo anche la grafica e tra gli stili di scrittura abbiamo notato il font Badaboom. Il nome rispecchiava esattamente quello che volevamo esprimere.

D: Quali sono gli elementi che caratterizzano i vostri video secondo voi?
R:Noi generalmente affrontiamo temi legati alla coppia. Sicuramente un elemento importante è la padella. Anzi, le padelle… visto che in quasi tre anni di produzioni di video Giuli ne avrà rotte su di me almeno una ventina. La padella è simbolo di una esasperazione portata agli eccessi. Un altro elemento è la follia; non sempre aderiamo realisticamente alla realtà.

D: Da cosa traete ispirazione per la creazione di contenuti?

R:Ci lasciamo ispirare da quello che ci accade, dai nostri litigi, da quello che vediamo intorno a noi. Ogni cosa può essere fonte di ispirazione.

D: Qual è il video che avete preferito realizzare? Perché?

R: Sicuramente la Parodia Medley sui Queen. E’ stato un divertimento continuo, dall’ideazione, alla scrittura, alla produzione, persino la reazione di chi ci segue ci ha divertito. Di base c’è un amore condiviso, e coltivato sin da piccoli, per i Queen e in particolare per Freddie.

D:Qual è un commento che vi è rimasto impresso dopo la visione di un vostro video?

R:Un commento che ci è rimasto impresso, che poi è anche il commento più appagante, è stato: “Oggi ero molto triste per problemi familiari, ho visto il vostro nuovo video e mi è cambiata la giornata, ora sto meglio”.
Ecco questo è il commento più bello che possiamo leggere. Noi facciamo questo lavoro per regalare sorrisi e riuscirci è la più grande soddisfazione che finora ci siamo presi. Poi sono arrivati altri commenti del genere, ma la prima volta non si scorda mai.

D: Qual è un tema che non avete ancora affrontato in un vostro video ma del quale vi piacerebbe parlare?

R:Sono molti gli argomenti che abbiamo a cuore e a cui vogliamo dare forma prima o poi nei nostri video. Seguiteci e li scoprirete!

D: Qual è il rapporto con i social network? Avete realizzato mai un video su consiglio dei vostri fan?

R:Ovviamente il nostro rapporto con i social è costante. E’ capitato di realizzare la parte seconda di un video (che non era prevista), perché le persone che ci seguono ce l’hanno chiesto. Ma è anche capitato di scrivere video sulla base di racconti dei nostri fan.

D: Qual è un sogno che vi piacerebbe realizzare?

R: Ehhh… Noi abbiamo un armadio ciascuno pieno di sogni. Sono tante le cose che vorremmo realizzare insieme. E’ difficile dare una risposta a questa domanda, ma per unire il nostro trascorso comune (quello nel teatro classico) e il percorso che stiamo facendo adesso (quello comico) probabilmente una cosa bella per noi sarebbe tornare al Teatro Greco di Siracusa da protagonisti in una commedia di Aristofane e recitare davanti a otto mila persone. E poi sarebbe bello realizzare una serie tv. Ops… avevi detto un sogno… Ma sarebbe bello anche fare un film…. Te l’avevo detto: è difficile dare una risposta a questa domanda.

D: Quali sono i vostri futuri progetti? 

R: Oltre alla produzione video che rimane costante nei nostri canali, stiamo scrivendo una serie web che al momento non sappiamo ancora quando vedrà la luce. E’ un work in progress. Sarà la cosa più folle che siamo in grado di immaginare in questo momento.

Un saluto a tutti voi da Ale e Giuli


Ringraziamo I badaboom per la loro collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandogli di continuare a sorprenderci e sorprendersi.

Intervista realizzata da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *