Gordon – Una finestra sul mondo

Daniele Colacicco - L'ascolto delle parole
Daniele Colacicco – L’ascolto delle parole
7 agosto 2016
Francesco Boccia - Le parole sono fatte d'amore
Francesco Boccia – Le parole sono fatte d’amore
8 agosto 2016

Youtuber

Facebook: Gordon
Instagram: Gordon

Youtube: Gordon
Twitter: Gordon


Gordon - Una finestra sul mondo 8

 



Gordon Quello che dicono vs quello che pensano

Gordon Tipi di fidanzata da evitare


Voce spontanea, la naturalezza nei gesti, simpatia e la freschezza della gioventù, il mondo delle ragazze visto da altri occhi, le risate in uno schermo. Questo è Yuri Sterrore, conosciuto come Gordon, celebre Youtuber e attore della web generation; avvolgendoci in una ventata di aria fresca, Gordon è uno di noi. Nella sua camera simile alla nostra, nell’auto che tutti vediamo parcheggiata accanto a quella del nostro vicino, con un amico che ognuno di noi ha, Gordon vive la nostra quotidianità per trasformarla in video, portandoci ad ironizzare ciò che compiamo ogni giorno.

La sua stanza è una finestra sul mondo. 

Gordon - Una finestra sul mondoIl suo sogno ha inizio nel 2010, quando decide di aprire il suo primo canale, chiudendolo dopo poco tempo, per mancanza di idee e un po’ di timidezza. Iniziando sul social Vine, gli è più facile aprirsi al pubblico, in quanto il tempo massimo per un video è di soli 6 secondi. Una volta sperimentato questo percorso per lui completamente nuovo, Yuri apre il suo primo canale Youtube chiamato THATZGORDON, trascorrendo l’intera estate a creare i suoi primi video che riscuotendo abbastanza successo fra i suoi amici. Nello Settembre dello stesso anno decide di aprire la sua pagina FB in cui condivide i suoi video. In poco tempo, il canale si popola raggiungendo la quota di 500 iscritti. Nel primo mese del 2015, il canale supera i 1000 iscritti.Oggi il canale ha raggiunto quasi 30000 visualizzazioni.

Ora, lasciamo la parola a Gordon, augurandovi buona lettura e buona scoperta.


D: Com’è nata l’idea di creare canali social nei quali condividi video divertenti?
R: Avevo già creato dei canali nel 2010 che in seguito ho chiuso per timidezza; col tempo ho capito che avevo tante cose da dire e quindi da lì è nata l’idea di riutilizzarli nuovamente attuando un format del tutto ed originale

D: Cosa ti dà l’ispirazione per avere idee originali?

R: Cerco di guardare cosa manca sul web e proporlo, facendo qualcosa di totalmente innovativo, mai proposto prima d’ora. Ho notato che con questo genere di video sulle ragazze sono riuscito a toccare una nuova fascia di pubblico che parte dai 20 anni; gli youtubers vengono generalmente seguiti da un pubblico più adolescenziale. Questa cosa che mi sta capitando è assolutamente straordinaria.

D: Accetti consigli dai tuoi followers sui video da realizzare?

R: Assolutamente, ho un rapporto molto aperto con loro. Mi piace chiedere quale tema vorrebbero per un nuovo video, quali frasi vorrebbero fossero usate; i loro suggerimenti sono lo stimolo creativo per avere maggiori spunti ed idee.

D: Cosa ti porta ad osservare il mondo delle donne raffigurandolo in maniera perfetta nei tuoi video?

R: Amo il loro modo di vedere le cose, mi divertono, assumono dei comportamenti adorabili; mi fanno ridere ad esempio quando fanno una foto credendosi poco belle e sottovalutandosi, cercando magari una luce differente o una posa che maggiormente le risalti. Io gioco sul come prenderle in giro, tento inoltre di rappresentare il momento in cui le donne pensano qualcosa, ne dicono un’altra e ne fanno un’altra ancora.

D: Come ti ha cambiato la vita il successo?

R: La vita è cambiata totalmente perché sono passato da una visibilità minima ad una massima, colpendo un pubblico più giovane che mi ha dato un boom di visualizzazioni, un target principalmente femminile ottenendo un grande riscontro. Questo meraviglioso percorso mi ha inoltre portato ad un tour inizialmente composto da poche date, arrivando ad un vero e proprio tour di circa 20 date. Durante quest’ultimo rappresentiamo uno spettacolo anche con l’utilizzo delle nostre inseparabili parrucche.

D: Quanto tempo impieghi per realizzare un video che agli occhi del pubblico risulti perfetto?

R: Impiego tre giorni. Inizialmente butto giù l’idea scrivendo la mia bozza, il giorno successivo pubblico ciò che vorrei fare scrivendo uno stato Facebook nel quale le persone possono commentare contribuendo al tema iniziale del video, il terzo giorno infine monto il video e lo pubblico sui social.

D: Credi che un giorno tu possa proseguire questo tuo percorso nelle reti radiofoniche o televisive?

R: E’ quello che vorrei fare io, sarebbe davvero un sogno portare un format originale anche per queste reti; devo trovare qualcosa che possa nuovamente stupire il pubblico ed essere unico nel suo genere.

D: Cosa provi quando camminando per strada la gente ti riconosce?

R: E’ una sensazione fantastica, ma non per il fatto in sé di essere riconosciuto; apprezzo soprattutto quando mi dicono che faccio ridere di gusto, capisco che si divertono ed è quella la cosa più importante, ciò mi fa sentire appagato perché raggiungo il mio obiettivo, quello di divertire e allo stesso tempo sento che nel mio piccolo sono riuscito a donare qualcosa di bello a coloro che mi seguono sui miei canali social.

D: Quali sono le tue passioni oltre i video amatoriali?

R: Videogiochi, pallacanestro e mangiare. Appena ho del tempo libero mi dedico a queste passioni.

D: Quali sono i tuoi futuri progetti?
R: Vorrei provare a trovare un format originale per i ragazzi e forse il teatro che sarebbe il mio sogno più grande. Inoltre per questa estate c’è una sorpresa, un grande colpo di scena, ma non posso rivelare altro.


Ringraziamo Gordon per la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandogli di poter realizzare tutti i suoi sogni.

 

Recensione a cura di Stefania Meneghella
Intervista realizzata da Manuela Ratti
Pubblicazione a cura di Roberta Giancaspro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *