Giuseppina Torre-Mai guardare indietro

1
Cortometraggio “Un giudice ragazzino” (regia Glionna, scritto da Marika Carolla)
3 agosto 2019
The Jab 1_photo credit Luna Perri_re
The Jab- Parole che raccontano storie vissute
19 agosto 2019
72a3dec1-4756-487c-8260-e13c6babacae_medium_p

72a3dec1-4756-487c-8260-e13c6babacae_medium_p

“Never look back” è la nuova composizione musicale di Giuseppina Torre. La compositrice nasce a Vittoria, in provincia di Ragusa. Dopo aver conseguito il Diploma in Pianoforte presso l’Istituto Musicale “V. Bellini” di Caltanissetta, sotto la guida del Maestro Sergio Carrubba si perfeziona con i Maestri Giuseppe Cultrera e Francesco Nicolosi. Dal 2000 si esibisce in diversi Teatri e Scuole di Alta Formazione Musicale, sia italiani che esteri. Nel 2005 partecipa come ospite d’onore all’International Feirenkurse Neue Music alla George Bukner Skule a Darmstadt. Nel 2007 riceve il Diploma d’Onore alla Scuola di Alta Formazione Musicale presso il Conservatorio “Ion Vidu” di Timisoara. Nel 2010 viene selezionata per la categoria “composizione” alla 19° edizione dell’Ibla Grand Prize, posizionandosi nella rosa dei finalisti. A novembre 2012 vince due premi ai Los Angeles Music Awards come “International Artist of the Year” e “International Solo Performer of the Year”. Il 19 gennaio 2017 vince gli Akademia Awards of Los Angeles nella categoria “Ambiental/Instrumental” con la composizione “Il mio cielo”. Nel 2015 pubblica il suo primo album “Il silenzio delle stelle” (Bideri/Sony) e con il relativo tour, nell’estate 2017, tocca numerose location di prestigio. Nel 2018 Giuseppina Torre firma le musiche del documentario “Papa Francesco – La mia Idea di Arte”, un viaggio attraverso la galleria ideale del Pontefice tratto dall’omonimo libro scritto da Papa Francesco a cura della giornalista e scrittrice Tiziana Lupi. A giugno dello stesso anno è stata premiata negli Stati Uniti ai 5th Annual International Music and Entertainment Awards 2018, che seleziona e premia le eccellenze di tutto il mondo nel panorama della musica indipendente. Conquista le categorie “Classical Artist of the Year” e “Classical Album of the Year” proprio con l’album “La mia idea di arte – Original Soundtrack dell’opera di Papa Francesco”. Il suo nome è stato recentemente inserito all’interno del “Dizionario dei compositori di Sicilia”, opera del poeta e scrittore triestino Giovanni Tavčar. Nel mese di aprile 2019 ritira il riconoscimento degli Akademia Executive Award (Los Angeles) nella categoria Ambient/Instrumental. Il 18 maggio 2019, nell’ambito di Piano City Milano, si esibisce in concerto nel Cortile della Rocchetta del Castello Sforzesco. Abbiamo avuto già modo di conoscere Giuseppina in una nostra precedente intervista, ma è sempre un piacere poter interfacciarci con la sua musica, sempre così densa di emozioni e speranza. Il titolo di questo brano è “Never look back”, e ogni nota presente all’interno di questa composizione è un misto di forza e speranza, denota un grande senso di rinascita e di non voltarsi mai indietro a quello che è stato il passato, anzi guardare al futuro con positività e ottimismo. Ciò che ci ha lasciato il passato lo dobbiamo conservare nelle tasche delle nostre esperienze e farne sempre tesoro, bisogna saperlo custodire, ma allo stesso tempo dobbiamo far si che non condizioni poi le scelte che compiremo nel futuro, anzi è forse il passato stesso che ci ha portato a compiere determinati passi nella nostra vita. Semmai dovessimo capire che il passo che abbiamo compiuto non era più quello giusto, ci sarà sempre modo di porne rimedio, e di ricordare quel passo falso come un errore che ci ha fatto crescere e maturare. Anche il video di questo brano riflette un po’ il messaggio contenuto all’interno del racconto che Giuseppina ci descrive attraverso le note musicali, la vediamo completamente immersa nella natura, e quest’ ultima sembra quasi adattarsi e modularsi in base alle emozioni che vengono suscitate dalla musica stessa. Un ambiente suggestivo e romantico, quasi fatato, che ben si adatta alla soavità della musica stessa, le ambientazioni del video si trovano nelle aree e riserve naturali del Delta del Po e nelle saline di Comacchio. “Never look back” è il primo estratto dell’album della compositrice siciliana intitolato “ Life book”, del quale siamo curiosi di scoprire le mille emozioni e le mille sensazioni che Giuseppina Torre riesce a trasmettere attraverso le sue note che diventano vita.

Articolo realizzato da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *