Gianluca Modanese- Un cuore a ritmo di musica

thumbnail_IMG_5786[1]
Clemente Antonio Daliotti- Quando la musica provoca
12 maggio 2018
FB_IMG_1525889717444
Funkyou- La voglia di mettersi in gioco
12 maggio 2018
GianlucaModanese3

Cantautore

GianlucaModanese1JPG

Gianluca Modanese è un interprete che nasce reinterpretando cover, la finestra nella quale si mostra per la prima volta è il web. I social sono stati per lui fondamentali, mezzi come Facebook o Instagram lo hanno aiutato a crearsi una grande fetta del pubblico, che ora è conquistato dalla sua voce e da quello che con le note è capace di trasmettere al pubblico. Ora dopo il primo disco è pronto a rimettersi in gioco con nuovi aspetti,e sopratutto nuova musica.

Lasciamo la parola a Gianluca Modanese con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.


D: Come ti descrivi nella vita di tutti i giorni? Come nasce la tua passione per la musica?
R:Nella mai vita di tutti i giorni sono un ragazzo semplice: mi piace passare del tempo con le persone a cui voglio bene, seguo molto il calcio e soprattutto canto quasi tutto il giorno.
La mia passione per la musica è nata in modo naturale, perché nella mia famiglia mio babbo suona la chitarra da 40 anni, mia sorella il pianoforte e mia mamma canta. Quindi sono stato travolto dalla musica sin da quando ero piccolo!

D: Quali sono i tuoi ascolti musicali quotidiani? Quali sono gli artisti che maggiormente ti hanno ispirato?

R: Sono cresciuto ascoltando molto rock e punk pop, con gruppi come blink-182, Green Day, Sum 41, Nirvana, Foo Fighters. Nel 2012 però, ho sentito per la prima volta Ed Sheeran e da li in poi i miei ascolti si sono spostati molto di più verso il pop, attualmente ascolto moltissimo Charlie Puth, lo stesso Ed Sheeran, Oasis. Mentre per quanto riguarda artisti italiani mi piace molto l’ultimo album dei Thegiornalisti e Cesare Cremoni.

D:  Raccontaci meglio della tua gavetta. Quanto pensi che i social network e internet abbiano influenzato la tua ascesa?

R:Mi ha sempre appassionato l’idea di poter condividere video con altre persone, infatti appena uscì YouTube, passavo la metà delle mie giornate guardando video musicali. Nel 2013 poi, ho iniziato a postare anche io cover, e in circa 2 anni ho raggiunto 15.000 iscritti. Frequentando l’università però, diventava un po’ difficile incidere, registrare, editare il video per proporre una cover a settimana, così ho deciso di spostarmi su Instagram, dove sono appena riuscito a toccare 100.000 followers. Quindi sicuramente i social network sono il perno della mia carriera musicale.

D: In base a cosa sceglievi le cover da proporre al pubblico del web?

R: Molte volte sono le persone stesse a scrivermi nei commenti che canzone fare, quindi spesso prendo spunto da ciò che mi consigliano i miei followers. Molte alte volte invece, faccio cover di canzoni che amo, cercando sempre di proporre brani più attuali possibili.

D:  Raccontaci di “Universo Mobile”, il tuo album contenente quindici brani. C’è un singolo al quale sei più legato?

R: Universo Mobile è un po’ come un diario personale, dove ho scritto tutto quello che mi è accaduto dal 2013 fino al 2017. Racconta la mia vita, le emozioni che ho vissuto, le delusioni e le gioie. E’ stata un po’ come una valvola di sfogo per tirare fuori tutto quello che avevo.
Sicuramente la canzone a cui sono più legato è “27 Marzo” perché è nata quasi per caso. In quel periodo vivevo una storia particolare con una ragazza, avevo bevuto un po’ ed ero andato a parlarle. Siamo stati insieme tutta la notte e lei mi ha detto di scrivere una canzone quando tornavo a casa, e di intitolarla 27/03. Così sono tornato a casa alle 4 di notte, ho preso la chitarra e la canzone si è praticamente scritta da sola in 5 minuti. E’ stato veramente bello. E’ anche una delle canzoni più ascoltate, quindi forse la gente si è accorta delle emozioni che ci sono dentro.

D:  Ti aspettavi il successo che hai riscosso?

R: Ho sempre creduto tantissimo in quello che facevo perché sono una persona molto determinata, ma quando scrivevo quelle canzoni nella mia cameretta non avrei mai pensato che sarebbero state ascoltate 600.000 volte, è una soddisfazione enorme.

D: E’ in lavorazione un nuovo singolo o album? Se si cosa si deve aspettare il pubblico?

R:Si, è già pronto un nuovo singolo che uscirà in Maggio, mentre il nuovo album è a buon punto e dovrebbe essere fuori per il 2019. Sto cercando di proporre canzoni con sonorità un po’ diverse, cercando di staccarmi dalle atmosfere che si sentivano in Universo Mobile, spero che il pubblico comunque possa apprezzare i nuovi lavori.

D: C’è una collaborazione che vorresti realizzare in futuro?

R: Mi piacerebbe molto poter cantare una canzone con Cesare Cremonini o con Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti, anche se mi rendo conto che sia un obbiettivo molto difficile, ma sognare non costa nulla.

D: Quali sono i tuoi futuri progetti?

R: Prima di tutto l’uscita di 2 nuovi singoli prima della fine dell’anno, uno a Maggio e uno in inverno, poi la pubblicazione del nuovo album e in seguito mi piacerebbe molto poter partecipare a Sanremo, anche se è più un sogno che un progetto.
Per il resto spero di poter continuare così e poter aumentare il mio pubblico, in modo che sempre più persone possano ascoltare le mie canzoni.


Ringraziamo Gianluca Modanese per la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandogli di continuare a sorprenderci e sorprendersi.

Intervista realizzata da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *