Francesco De Maria – Le note hanno le mani

Simone De Vivo - In bilico tra realtà e sentimento
Simone De Vivo – “Eutanasia” e “L’amore di Alizée”
21 agosto 2016
Francesco Cassano - Regista creativo
Francesco Cassano – Regista creativo
22 agosto 2016

Paroliere


Francesco De Maria - Le note hanno le mani



Pangea – Le Mani (Official Video)

Sanno abbracciare, le note. Accarezzare, stringere pugni, tenere tra le braccia qualcuno. Le note hanno le mani. Parole scritte, sentimenti espressi, sensazioni tramutate in carta, mondi diversi, mondi uguali. Le note hanno le mani.

Sono le mani che costruiscono musiche prima di essere cantate, sono le mani che costruiscono legami prima di essere vissuti, sono le mani che scrivono parole.

Le parole di una musica sono dettate da ciò che di più profondo c’è, dal bisogno di evadere per qualche istante e trasformare tutto quel senso di vita che si conserva nell’anima in musica.

E’ così.. la musica non esisterebbe se, dietro a ogni singola note, non ci fossero due mani in grado di costruirle. 


Perciò oggi vi presentiamo le mani della band musicale Pangea”.Il suo nome è Francesco De Maria e la sua passione per la scrittura nasce sin da bambino, fin quando nel 2011 il suo miglior amico William Guglielmi, cantante e musicista, suo collaboratore già in precedenza, entra nella band, assieme a Dario Starace alla batteria, Giulio Sarno al basso e Stefano Bozzi alla chitarra. Da allora, Francesco scrive tutte le loro canzoni, rendendo magica ogni nota, poetica ogni sfumatura, sensibile ogni parola.

 

 

Le loro note hanno le sue mani. Sono qui con noi, oggi, e ve le presentiamo.

 

Lasciamo la parola a Francesco De Maria, a cui auguriamo di continuare in strade fatte di note e parole.

 


D: Come si sviluppa la tua passione per la scrittura?
R: E’ una passione che nasce sin da quando ero bambino per la scrittura in genere, legandosi alla musica attraverso la mia amicizia con Roberto, il cantante dei Pangea.

D: Come nasce la tua collaborazione con i Pangea?
R: La collaborazione come ho detto prima nasce con Roberto del quale sono amico da circa 10 anni. Sin da bambini a lui piaceva la musica e a me la scrittura; quindi quando siamo cresciuti abbiamo unito le nostre passioni creando questo progetto.

D: Quali sono i temi che maggiormente affronti all’interno dei tuoi testi?
R: Vari, ci piace stupire sia il pubblico che decide di ascoltare la nostra musica, ma soprattutto noi stessi.

D: Ciò che scrivi è tratto da esperienze vissute da te oppure da chi ti circonda?
R: Si, credo che per scrivere un buon pezzo è necessario raccontare qualcosa che si è vissuto in prima persona, affidandosi anche all’utilizzo dell’immaginazione.

D: Hai provato a scrivere qualcosa di differente dai testi musicali?
R: La mia passione inizia lontana dai testi musicali; mi è sempre piaciuto scrivere anche altro differente da questo tipo di mondo.

D: Ci sono cantautori italiani o stranieri dai quali attingi maggiore ispirazione?
R: Si, totalmente opposti tra loro. Mi piace Vasco Rossi per il suo stile musicale molto istintivo e d’impatto, e De Gregori che riesce ad affrontare in maniera poetica anche temi molto delicati. Per quanto riguarda invece cantautori più recenti apprezzo molto lo stile di Cesare Cremonini.

D:Se dovessi definire le qualità del tuo stile cantautorale come lo descriveresti?
R: Spero originale, qualcosa di totalmente innovativo mai sentito prima d’ora.

D: Hai mai scritto per altre persone oltre i Pangea?
R: Per il momento ancora no, ci sono dei progetti in ballo però non posso svelare altre anticipazioni.

D: Qual è la canzone tra quelle che hai scritto che più ti rappresenta e perché?
R: Credo “Le mani” perché è quella dove si da maggiore rilevanza al testo ed è allo stesso tempo la canzone che mi ha dato più soddisfazioni dal punto di vista personale. E’ sempre un orgoglio per me quando la riascolto.

D: Ci sono progetti in corso? Credi che il tuo futuro sarà nel mondo musicale?
R: No, il mondo musicale è un hobby, poi mai dire mai nella vita. Qualunque cosa verrà, però, sono certo che la accoglierò con entusiasmo dando il meglio di me.


Ringraziamo Francesco per la collaborazione, augurandogli di realizzare tutti i suoi sogni.

Recensione a cura di Stefania Meneghella
Intervista realizzata da Manuela Ratti
Pubblicazione a cura di Roberta Giancaspro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *