Dominika Zamara – L’energia della musica

IMG-20170923-WA0008
“Maddy” di Paola Di Vito
23 settembre 2017
22042308_1703333976344306_955257497869352664_o
Alessandro Ragazzo – Sincerità musicali
30 settembre 2017

Soprano, cantante lirica

Sito Web: Dominika Zamara

Dominika ZamaraW. A. Mozart Concert in Busan (South Korea)


Dominika Zamara: la sua voce attraverserà oggi queste pagine, e si trasformeranno in parole.

Dominika nel 2006 vince una borsa di studio per il Conservatorio Statale di Verona. Nel 2007 si laurea con il massimo dei voti alla Università Musicale di Wroclaw. Ha effettuato Masterclass con i Mastri: Bruno Pola, Alida Ferrarini, Enrico De Mori, Mario Melani, Alessandra  Althoff-Pugliese e Danile Anselmi.

Dal 2008 al 2009 ha cantato in Montenegro al Teatro Nazionale alla Presenza del Capo dello Stato, con ripresa televisiva in diretta. Ha cantato a Bari nell’opera Il Tabarro di G. Puccini, nel ruolo di Giorgetta ed Amante. Ha Debuttato a Padova nel ruolo di Mimì nell’opera La Boheme di G. Puccini.

Nel 2010 a Venezia ha cantato durante la Mostra del Cinema e la Biennale. Ha eseguito La Gloria di A. Vivaldi con orchestra diretta dal M° Paolo Fumei.

Nel 2011 ha eseguito nel ruolo principale, la prima mondiale dell’opera Un Tramonto di G. Coronaro al Teatro Olimpico di Vicenza. Ha cantato in gran parte d’Europa: in tutta Italia, Francia durante il Festival di musica Sacra, con l’organista Fabrice Petroise, in Austria (Vienna e Salisburgo), Polonia, Germania, Inghilterra, La Palma.

Nel 2012 ha interpretato il ruolo di Silvia nell’opera Zanetto di P. Mascagni a Vicenza. Ha debuttato in America, a Los Angeles con la compositrice della Walt Disney Maria Newman. Ha Cantato a New York ed Arkansas con l’orchestra sinfonica sotto la direzione del Maestro Thomas Chun-yu Chen nel Cica Music Festival.

Nel 2013 ha cantato a Roma durante il Gran Gala di beneficenza: Un Cuore Per Tutti, Tutti Per Un Cuore ed al Teatro Orione con grandi nomi del panorama italiano. Ha cantato a Pietrelcina, nella basilica di Padre Pio accompagnata dal Maestro Vince Tempera. Durante il Gran Gala di Vienna a ricevuto il premio Zlote Sowa, oscar europeo nella categoria musica. Ha interpretato il ruolo di Rosina nell’opera Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini Diretta dal M° Paolo Fumei. Ha eseguito la sua tournèe americana con concerti a Boston, Princeton, New York e Philadelphia, con il professore-chitarrista Stanley Alexandrowicz. Ha debuttato a Dallas (Texas) durante l’importante festival di musica classica: Cica Music Festival. In Settembre ha debuttato al Lincoln Center di New York presso il Avery Fisher Hall, con un’ orchestra di 130 elementi, il concerto e’ presentato da Kevin Spacey vincitore di due premi oscar, mentre in Italia ha interpretato il ruolo di Serpina nell’opera La Serva Padrona di G. B. Pergolesi. A Morcone (BV) ha ricevuto l’Internazionale Premio Padre Pio.

Nel 2014 ha interpretato il ruolo principale nell’opera contemporanea La Serva di Padova di Vincenzo Faggiano, musiche di Marco Fedalto, al Teatro Verdi di Padova. Ha registrato per la televisione (TV CREMONA) il concerto: Laudate Pueri di A. Vivaldi ed Exultate Jubilate di W. A. Mozart, il concerto e’ stato prodotto in dvd dalla stessa TV. Ha eseguito un recital in Grecia, durante il Festival Evmelia. A Cremona ha ricevuto il premio A.N.L.A.I. 2014. Ha eseguito la Stabat Mater di G. B. Pergolesi, diretta dal Maestro Paolo Fumei. Ha Effettuato concerti a New York ed in New Jersey con la Baroque Orchestra diretta dal Maestro Robert W. Butts, in Messico ha cantato nel più importante Teatro dell’America Latina, la Manuel M. Ponce Hall con il pianista Alejandro Barranon.

2015 Ha interpretato il ruolo di Serpina nell’opera La Serva Padrona di G. B. Pergolesi al Teatro San Domenico di Crema (CR) Diretta dal M° Robert W. Butts. Ha cantato a Roma nella Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra, Ha registrato un recital, accompagnata al pianoforte M° Andrea Musso, per la TV Cremona 1. Ha eseguito una tournée in Cina, ha cantato ad Assisi, nella Cattedrale di San Ruffino, durante il Festival Assisi Suono Sacro, con la direzione del M° Roberto Miele del Teatro La Scala di Milano. Ha cantato presso l’Ambasciata Polacca a Roma alla presenza del Presidente della Repubblica Polacca Andrzej Duda.

Il 2016 vede Il suo debutto con un tour in Corea del Sud, tra cui un concerto al Royal Azalea Blossom Festival Finale Concert, con la Prime Philharmonic Orchestra, ha cantato durante la 1° Biennale Arte Dolomiti. . Si è esibita nel Festival Assisi Suono Sacro ed al Festival Cracovia Sacra durante le Giornate Mondiali della Gioventù con la presenza Papa Francesco, accompagnata dal flautista Andrea Ceccomori. Mentre in New Jersey ha interpretato il ruolo di Susanna nell’opera Le Nozze di Figaro di W. A. Mozart per l’apertura del Summer Music Festival, si è esibita al Teatro Filarmonico di Lublin.

2017 concerto al Teatro San Carlino di Brescia per la TV, al Festival Mozart Nacht Und Tag IX di Torino, al Santuario di San Michele Arcangelo di Foggia (Patrimonio Unesco) dove ha ricevuto in premio la scultura “l’Albero della Vita” dall’associazione internazionale Acceptus Mundi Onlus. In Romania ha registrato un DVD (AA. VV.) con l’orchestra sinfonica di Ploieti diretta dal M° Samer Hatoum. Ha innaugurato il Festival Chopin Forever a San Gemini ed il Festival Internazionale Asisa a Madrid con la presenza del pianista Joaquín Achúcarro. Alion Baltic Music Festival sotto la diretzione del M° Grigori Soroko a Tallinn in Estonia e Noc Cracovia Sacra a Cracovia in Polonia

Tra i suoi impegni lavora come docente di canto lirico all’Accademia Musicale La Certosa di Giavera del Montello.

Lasciamo la parola a Dominika Zamara, con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.

thumbnail_21396847_10210287416361893_1863123270_n[1]


D: Com è avvenuto il primo approccio con la musica lirica?
R: Mio nonno era organista in chiesa ed è stato lui ad avvicinarmi alla musica; inoltre a casa mia si ascoltava molta lirica, grandi cantanti, grandi voci, grandi interpretazioni; così da piccola ho scoperto di avere questo dono che ho poi affinato con anni e anni di studio. Già da giovanissima cantavo in chiesa e cominciai a studiare con grande passione, impegno e determinazione: ho sempre saputo di voler cantare e grazie a mille sacrifici sono riuscita a raggiungere il mio sogno. Ora nella vita faccio quello che amo: cantare.

D: Cosa ti ha spinto a lasciare la Polonia?
R: Nel 2006 vinsi una borsa di studio per il Conservatorio di Verona, e in quel periodo sono entrata in contatto con un’agenzia di Venezia. Dopo essere rientrata in Polonia per laurearmi, sono tornata in Italia per lavorare con loro. L’Italia è la patria del Belcanto e dell’arte in generale; vivendo in questo Paese ho potuto respirare e vivere l’Opera, imparare la vera tecnica e perfezionarmi con Maestri come Enrico De Mori, Mario Melani e Daniele Anselmi: sarò grata a loro per sempre. Se canti in Italia sei apprezzato in tutto il mondo; è un biglietto da visita non indifferente. Amo l’Italia!

D: Qual è la percezione della musica operistica nell’Europa dell’Est, rispetto all’Italia?
R: In Polonia c’è grande rispetto per l’Opera, molti fondi per la cultura, tante rappresentazioni di opere italiane. In tutto il mondo l’Opera italiana è amata: ho fatto tournée in Europa, USA, Messico, Cina, Corea del Sud, e ovunque amano e rispettano il Belcanto. C’è una continua ricerca e fame di arte italiana in generale, tutti chiedono il repertorio italiano! Un esempio: lo scorso agosto mi sono esibita in un Festival a Tallinn, in Estonia, ed ho cantato L’Elisir d’Amore di Gaetano Donizetti.

D: Hai mai pensato di non farcela?
R: Ogni tanto sono capitati momenti difficili in cui ho pensato di non farcela, ma dentro di me ho una grande energia e la musica, l’arte e la natura mi hanno aiutato a superare i periodi bui.

D: A quale ruolo, o a quale esibizione, sei più legata?
R: Sono particolarmente legata al ruolo di Mimì, la protagonista de La Boheme di Puccini; è l’opera con cui debuttai in Italia, nel 2009 a Padova. In quel periodo vivevo a Verona, in un appartamento che somigliava proprio alla casa di Mimì: studiavo tutti i giorni per tante ore quest’opera, e mi sentivo proprio Mimì! E’ stato bellissimo, un momento magico, e ancora oggi sorrido a ripensarci!

D: Raccontaci di quando hai cantato per papa Francesco.
R: Mi sono esibita l’anno scorso a Cracovia durante il Festival Noc Cracovia Sacra, in occasione della Giornata mondiale della Gioventù. C’era un’atmosfera fantastica, moltissima gente, inoltre Cracovia è una città stupenda. E’ stato un vero piacere cantare alla presenza del Papa!

D: Il tuo desiderio più grande?
R: Ho cantato in teatri prestigiosi come il Metropolitan di New York e il Palacio de Bellas Artes di Città del Messico, ma il mio desiderio è esibirmi al Teatro alla Scala di Milano, il tempio della lirica!

D: Prossimamente cosa ti aspetta?
R: Tanti impegni, in Europa e in America. Il 25 settembre sarò a Milano, dove canterò in apertura della sesta edizione del Fashion Art and More International Luxury, durante la Milano Fashion Week. In ottobre sarò impegnata in un recital al Teatro Giordano di Foggia con l’associazione Acceptus Mundi Onlus e in due rappresentazioni dell’opera Bastien und Bastienne di W.A. Mozart a Torino; a novembre The Creation di Franz Joseph Haydn a Chicago e a dicembre un recital al National Opera Center di New York e un altro all’Eroica Saal, al Theater Museum di Vienna. Inoltre con il Maestro Franco Moro, bravissimo pianista padovano, sto lavorando ad un album con brani di Fryderyk Chopin.

Ringraziamo Dominika Zamara per la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandole di continuare a sorprenderci e a sorprendersi.

 

Recensione a cura di Stefania Meneghella
Intervista realizzata da Giulia Cucciarelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *