thumbnail_domiwBagnie(13)[1]
Dominika Zamara: Io, Chopin e la Polonia
21 gennaio 2018
IMG_0578
Andrea Candolfo- La cura verso il bene
21 gennaio 2018

 Artista Handmade


Facebook: Zenzero e Vaniglia

 


Eccoci oggi con una grande artista e artigiana Delfina Colarusso che mi ha lasciata entrare nel suo mondo colorato e fantastico. Ha battuto un strada nuova, diversa da quella che si era prospettata, ma la vita è anche questo. Ognuno è destinato a grandi cose, e Delfina con la sua passione mi ha trasmesso questo. La voglia di trovare , attraverso le sue creazioni, il modo di rendere felici gli altri. E’ questo e molto di più l’handmade .
Buona lettura a tutti.

Oggi è qui con noi, sentiamo cosa ha da dirci!


D: Quando nasce la passione per l’handmade?
R:La mia passione per l’handmade nasce assolutamente per caso. Durante gli studi universitari facevo piccoli lavori (baby sitter, ripetizioni private ecc.), dopo la laurea immaginavo di trovare un lavoro più stabile e ovviamente attinente al mio percorso di studi ma, come per tanti come me, il lavoro non è arrivato allora ho iniziato veramente per gioco ad avvicinarmi al mondo del fatto a mano senza avere la minima idea di quello che sarebbe diventato per me…mi sono avvicinata al cucito senza avere alcun tipo di competenza così ho deciso di frequentare un corso in un istituto di moda che mi ha permesso di apprendere le basi di questa bellissima arte.

D: Secondo lei, perché è importante scegliere un lavoro realizzato a mano piuttosto che un lavoro di fabbrica? 
R:Scegliere un oggetto realizzato a mano significa dare importanza a tutto il lavoro che c’è dietro. Per ogni oggetto realizzato ci sono ore e ore di progettazione, di prove, di fallimenti cose che mancano assolutamente in un oggetto realizzato in fabbrica dove una macchina sostituisce il lavoro manuale e non restituisce tutto quello che c’è in termini di unicità e artigianalità.

D: Le persone riescono a capire il valore di tutto ciò che viene realizzato “a mano”?
R:Nella brevissima esperienza che ho maturato in questo settore posso affermare con certezza che la cultura e la sensibilità del fatto a mano non è ancora diffusa come dovrebbe. Ci sono persone che apprezzano tantissimo il lavoro manuale, ne capiscono il valore, si rendono conto di tutta la fatica che c’è dietro e sono ovviamente disposte a pagare il giusto prezzo per un oggetto artigianale. Io per fortuna ne ho conosciute diverse. La gran parte della gente però non ha ancora ben chiaro il concetto di “handmade”, tende a sminuire il lavoro artigianale pensando che solo perché quell’oggetto è fatto a mano valga meno di altri non riuscendo a capire invece che è proprio l’imperfezione e l’unicità conferita dal lavoro manuale a dare valore a quell’oggetto. Inoltre, a mio avviso, le persone sono anche molto confuse dalla marea di cose che vengono spacciate per prodotti artigianali ma in realtà non lo sono e spesso sono portati ad acquistare oggetti “pseudo artigianali” solo per il prezzo più basso

D: Cosa c’è dietro il lavoro di un “artigiano”?
R:Dietro il lavoro di un artigiano ci sono tantissime cose… tempo, pazienza, speranze, fallimenti, gioie, frustrazioni, momenti di sconforto, grandi soddisfazioni, tutto questo e molto altro ricade in maniera diretta sull’oggetto realizzato e questo lo rende insostituibile per chi lo crea.

D: Quali sono i suoi obiettivi futuri?
R: Ho diversi obiettivi per il futuro, vorrei realizzare una linea di accessori per bambini ma mi piacerebbe anche riuscire a creare qualcosa dedicato alle donne, borse e accessori di vario genere… per riuscire a realizzare quello che vorrei però è necessario ancora molto lavoro e molto esercizio.. vedremo!

D: L’handmade nasce come passione o è stato considerato dal principio una sorta di impiego? 
R:Come ho già detto l’handmade nasce per passione, solo con il tempo si è trasformato in un impegno al quale cerco di dedicare tutta l’attenzione e il tempo di cui necessita.

D: Quali sono le emozioni che prova quando porta a termine un lavoro?
R:Non è facile spiegare quello che si prova quando si porta a termine un lavoro…io provo un misto di felicità ed euforia e sono capace di stare a guardare la mia creazione per ore, ma sono estremamente critica quindi se il lavoro non è esattamente come lo avevo pensato e immaginato resto a lavorarci su fino a quando non mi sembra perfetto!

 


Ringraziamo Delfina Colarusso per la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandole di continuare a sorprenderci e a sorprendersi.

 

Intervista realizzata di Marika Carolla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *