Cosa ci ha insegnato la quarantena

127617_0256r1
Spazio serie tv consigliate: Baby daddy
24 maggio 2020
105494159_2594188217507441_9085633372805896953_n
Desirèe Noferini- Recitare è mettersi in gioco
23 giugno 2020
unnamed

download

 

Questo periodo storico che non solo noi italiani, ma tutto il mondo si è trovato a vivere, è stato sicuramente uno dei più duri da superare, soprattutto a livello mentale. Perdere per molti giorni le proprie abitudini, la propria routine quotidiana è probabilmente stata la cosa più difficile da superare. Le limitazioni, che non ci hanno permesso di vedere molti dei nostri affetti più cari, hanno reso questo momento quasi impossibile. Ma è in momenti difficili che si traggono le lezioni più belle, è sicuramente nei momenti più duri che ci si rende conto dell’importanza delle piccole cose. Sicuramente sono proprio le azioni quotidiane, che abbiamo sempre fatto ma alle quali non davamo più importanza, che nel periodo di quarantena ci sono mancate di più: il sapore del caffè nel proprio bar preferito, l’odore del mare, la brezza di una giornata con vento tiepido, il calore del sole che ci riscalda la pelle, la bellezza della natura, le chiacchierate con i propri amici o con il proprio compagno, una giornata dal ritmo frenetico a lavoro. E’ come se in due mesi il mondo si fosse preso una pausa, e noi l’avessimo presa insieme a lui. Ora che tutto a piccoli passi sta tornando ad una realtà sempre più normale, dobbiamo saperci tenere stretti gli spunti di riflessione che attraverso la quarantena abbiamo avuto modo di approfondire, e saperli tramutare in realtà. Sicuramente abbiamo avuto modo di confrontarci con noi stessi, abbiamo avuto modo di capire qual è un prossimo passo da compiere, qual è un sogno che vorremmo realizzare, se ci sono passioni o attitudini che vorremmo mettere a frutto, alle quali prima non riflettendoci molto, non abbiamo avuto modo di capire. Si è compreso e si è rafforzato sempre di più il rapporto con la nostra famiglia, anche con i parenti che non abbiamo avuto modo di vedere dal vivo, ma che attraverso la tecnologia e il potere delle videochiamate, che ci hanno accompagnato in questi mesi, che abbiamo avuto modo di sentire vicino, seppure in maniera diversa. Probabilmente si è compreso quanto siano importanti, oltre i gesti e le dimostrazioni concrete, le parole, alle quali ora sappiamo dare un peso specifico e un valore più chiaro e definito. Impareremo, probabilmente, anche ad ascoltare di più, a comprendere fino in fondo ciò che ci viene detto. Abbiamo capito quanto possa essere bella una serata in compagnia delle persone che ci sono accanto o della nostra famiglia, ma anche la bellezza di potersi rilassare e divertire con una bella serie tv o un film, o ascoltare e ballare sulle note delle nostre canzoni preferite. Abbiamo capito che non è importante dove si deve passare una serata, ma ciò che rende quella la stessa serata memorabile è la compagnia. Se questo periodo è riuscito a darci queste piccole conquiste e vittorie, possiamo ritenerci davvero forti, responsabili e perché no, magari anche più uniti!

 

Articolo realizzato da Manuela Ratti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *