42393319_341985259680909_1060818434910060544_n
Walter Ricci- Una musica che vuole viaggiare per il mondo
23 ottobre 2018
Araba fenice
Renato Ardovino- Un mondo fatto di dolcezza
31 ottobre 2018
Cortellino01

Cantautore

Pagina Facebook: Cortellino


Cortellino01
Cortellino è un cantautore di Trieste che di nome fa Enrico. Nel 2007 esce il suo primo disco per l’etichetta udinese Arab Sheep e inizia a suonare sotto lo pseudonimo di Cortex che abbandonerà successivamente. Nel 2008 suonando al Piper di Roma in occasione della finale del Tour Music Fest viene notato da Mogol, il quale lo premia per i testi assegnandogli una borsa di studio per il C.e.t. Nel 2010 – 2011 continua a suonare dal vivo e si dedica ad auto-produzioni sul web. Nel 2013 esce l’album “Cinico Romantico” per Maninalto! Records di Milano e viene così definito cantautore blues Lo-Fi, ottenendo buone critiche dalla stampa e dalle radio. A ottobre dello stesso anno viene nominato “artista della settimana” da MTV New Generation. Nel 2014 apre i concerti di Tonino Carotone e suona all’after-party del concerto di Manu Chao, inoltre riceve il premio Superstage al Mei di Faenza come miglior artista emergente. Nel 2015 registra il suo terzo disco che, in collaborazione con Radiocoop, viene scelto da Irma Records insieme ad altri 10 artisti italiani per far parte della collana “Mi sento indie” uscita a marzo 2016 e distribuita in tutta Italia in esclusiva per le librerie Coop. Nel 2017 pubblica alcuni singoli, tra questi anche “Bblues” la cui anteprima del videoclip esce sul sito di Rolling Stone. In seguito fa un tour nazionale supportato da Materiali Musicali, la Siae ed il mbact nel progetto S’Illumina. Dal 12 ottobre 2018 è in radio “140 Kmh”, cover del grande Ivan Graziani. Nella sua musica c’è tutto l’amore per questa arte, ma anche per la sua città che in questa ultima cover di Ivan Graziani ha voluto omaggiare.

Lasciamo la parola a Cortellino con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso 

D:Come nasce la tua passione per la musica?

R:La mia passione nasce sin da piccolo, mi sono innamorato ben presto degli strumenti e da bambino ho frequentato corsi di chitarra che hanno arricchito questa passione. E’ stato un richiamo naturale.

D:  Sei un cantautore. Come ti sei avvicinato alla scrittura della musica?

R:Sin dai primi momenti che mi sono approcciato ad uno strumento cercavo una forma ludica, e inventavo delle canzoncine che avevo in testa. Facendo varie cose poi sono maturato, uno dei traguardi più importanti è stato frequentare la scuola di Mogol dopo aver vinto un premio. Andare in giro, viaggiare, fare concerti, conoscere gente ti arricchisce.

D: Ricordi la prima canzone che hai scritto? Di cosa parlava?

R: Si, era una canzone d’amore, ma non l’ho mai pubblicata.

D: C’è un cantautore del panorama italiano o estero che apprezzi particolarmente? Perché?

R:Ce ne sono tantissimi; sono un grande fan di Dalla e Gaetano, ma anche di Bennato. Attualmente ci sono personaggi interessanti come Calcutta, I cani, The giornalisti che si aprono verso un mondo indie pop, e queste realtà creano una scena molto bella.

D:Il tuo ultimo singolo è una cover del brano di Ivan Graziani intitolato “140 km”. Come mai questa scelta?

R:Io sono di Trieste, e questa canzone parla di Trieste e della bora e mi ha molto emozionato e ho voluto provare a rifarla. Ho fatto due lievi modifiche al testo concordate. Per caso ho mandato una cover al figlio di Ivan Graziani, e abbiamo collaborato e si è occupato dell’arrangiamento. Il video è di Lorenzo Vignola e la protagonista è una modella triestina.

D: In questo brano ha partecipato anche il figlio di Ivan Graziani, Filippo. Come è stato realizzare questo pezzo insieme? Quali sono state le sue prime impressioni a pezzo terminato?

R: Noi abbiamo sconvolto la canzone che si basa prettamente sulla chitarra e l’abbiamo come capovolta anche con l’utilizzo di strumenti. Secondo me è uscita una roba interessante, e ci siamo trovati molto bene in sintonia in studio a poter realizzare questo progetto.

D: Come definiresti invece a chi non lo conosce il tuo mondo cantautoriale?

R: Direi introspettiva però giocosa.

D:   Sogni nel cassetto?

R:Riuscire a comunicare quello che ho nel cuore a più persone possibili.

D: Quali sono i tuoi futuri progetti?

R:Il Prossimo anno uscirà il disco.

 

Intervista realizzato da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *