Atom- Iniziare una nuova pagina della propria vita

Elecla_20088_Mauro_Giuliani_Zamara 1[1]
Dominika Zamara- L’arte non chiude mai
8 dicembre 2020
fuochi-artificio-mare
Angolo natalizio- Bilancio del 2020, speranza nel 2021
24 dicembre 2020
130850794_880065069416930_5608413744044875915_n

Cantante

130850794_880065069416930_5608413744044875915_n

 

131181980_1540835419449551_8693321077011893907_n

Iniziare un nuovo percorso di vita è sempre qualcosa di unico e meraviglioso, una vera e propria avventura, non sappiamo a cosa andremo incontro, cosa ci aspetta, quali saranno i passi giusti da compiere, ma sono proprio queste emozioni e queste sensazioni che danno lo sprint per poter cominciare nel migliore dei modi. Questo accade quando si vuole aprire un nuovo capitolo, sfogliare nuove pagine del libro della nostra vita, senza alcuna paura. Il destino è qualcosa di totalmente inaspettato, è anche una vecchia passione può tornare a bussare alla nostra porta, ed è da lì che bisogna ripartire. Oggi conosciamo meglio Claudio Matini in arte Atom che ha iniziato il suo percorso all’interno della musica durante le superiori, prendendosi poi una breve pausa, e ricominciando più forte di prima dopo il lockdown grazie anche all’incontro con un suo amico producer. Da  qui nasce l’idea del primo disco anticipato dal singolo “Lost”, un brano molto introspettivo in cui descrive a pieno ogni sensazione negativa co passata in questi ultimi mesi. Conosciamolo meglio attraverso le sue stesse parole.
Lasciamo ora la parola a Atom con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.

 

 D: Come nasce la tua passione per la musica?

R: Nasce dalla mia passione per la danza hip hop, ascoltando le canzoni su cui ballavo me ne sono innamorato.

D:Quali credi siano gli elementi che caratterizzano la tua musica?
R:Penso di riuscire ad esprimere bene quello che voglio trasmettere, quelle che sono le mie sensazioni attraverso la musica new school.

D: Quali sono secondo te le tue caratteristiche personali che la musica ti aiuta a far emergere?

R:Quello che sicuramente emerge è il liberarmi da sentimenti ed emozioni, tutto quello che racchiudo dentro me e che non riesco ad esprimere in altro modo. La musica mi ha aiutato molto sotto questo punto di vista.

D: Come potresti descrivere il tuo album in uscita nel 2021? Puoi darci qualche anticipazione in merito?
R:Lo descrivo come un esperimento. E’ un album che nasce dal niente, avevo smesso di fare musica. Durante il lockdown un mio amico mi ha parlato di un nuovo acquisto in ambito musicale e da lì ci ho provato a scrivere su, da questo momento in poi è diventato il mio producer. Adesso ho scoperto il lavoro passo passo che c’è da fare dopo un brano. Questo album è un esperimento per vedere come va tutto, il prossimo dovrà essere molto più professionale.

D:C’ è una canzone tra quelle composte finora che più ti rappresenta? Perché?
R:Tra tutte direi “lost” perché è un brano che sento molto mio, è molto introspettivo. Come dicevo prima per me è difficile esprimere i miei sentimenti, non mi apro molto facilmente. Scrivere tutto ciò che mi rappresenta all’interno di un foglio e mostrarlo poi mi fa ancora più strano, però fa emergere quello che sono realmente.

D:Qual è il ricordo più bello che ti lega alla musica?
R:Il ricordo più bello risale a due anni, quando ho avuto l’opportunità di poter aprire il concerto de I komi. Dopo essere sceso dal palco ricordo che il brano piacque tantissimo anche attraverso una serie di complimenti che mi sono stati fatti.

D: C’è un sogno che vorresti realizzare in ambito artistico?
R:Il mio sogno sarebbe un giorno poter entrare in studio con Emis Killa, è da sempre il mio artista preferito e ho iniziato ad ascoltare musica rap con lui. Mi piacerebbe trascorrere una giornata in studio con lui.

D: Quali sono i tuoi futuri progetti?

R: Subito dopo il disco del 2021 lavorerò per un nuovo disco e periodo permettendo mi piacerebbe iniziare con dei live, è una cosa che mi manca tanto e mi piacerebbe riproporli. Ho iniziato da poco una piccola produzione di merchandising, e mi piacerebbe portare nei live entrambi i dischi e magari propormi per dei contest per allargare il bacino utenti.


Ringraziamo Atom per la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandogli di continuare a sorprenderci e a sorprendersi.

 

Intervista realizzata da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *