Anthony e Vittorio Conte- Musica è comunicazione

Matteo Markus Bok_foto di Alberto Belluschi 2
Matteo Markus Bok- Alla scoperta di sè stessi
22 aprile 2018
Enrico Giaretta_2_b
Enrico Giaretta- Volare a suon di note
29 aprile 2018
Anthony e Vittorio Conte_foto di Alessandro Sisti_b

Duo musicale

Anthony e Vittorio Conte_foto di Alessandro Sisti (5) _b

Anthony e Vittorio Conte sono due fratelli, che hanno fatto della musica e della comunicazione la loro principale missione. La loro vita parte presto a suon di musica, con il trascorrere del tempo, la loro passione li ha portati a trasformarla anche in lavoro, raggiungendo anche traguardi importanti.classe 1993 e1990. Dopo la pubblicazione di due album da parte di Vittorio, dai titoli “Sogno e realtà” (2008) e “Sono solo briciole” (2012), da circa due anni i fratelli Conte hanno deciso di formare un duo. Inizialmente per il progetto sono stati seguiti dal noto produttore discografico Piero Calabrese (produttore di artisti del calibro di Marco Mengoni, Giorgia, Alex Baroni). Oltre ad essere autori e compositori dei propri testi, Anthony e Vittorio hanno rispettivamente scritto e composto brani per altri artisti già conosciuti nel panorama discografico italiano, come ad esempio Thomas per l’album “Oggi più che mai” (distribuito da Warner Music Italy), pubblicato lo scorso maggio del 2017, disco d’oro in meno di due settimane e vincitore del Premio Lunezia. Il 28 luglio 2017 hanno pubblicato il loro primo singolo insieme, “Faccio senza di te”, brano distribuito da Warner Music Italy e che ha ottenuto in pochi giorni un numero piuttosto elevato di visualizzazioni. Attualmente Anthony e Vittorio Conte, seguiti dal produttore esecutivo e manager Maria Totaro dell’etichetta discografica MM LineProduction Records, stanno lavorando al loro album d’esordio, distribuito da Universal Music Italia, anticipato in radio dal singolo “Foglie di un tempo”.

Lasciamo la parola a Anthony e Vittorio con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.


D:Come nasce la vostra passione per la musica?
R:Vittorio: La nostra passione per la musica nasce all’età di 13 anni quando ho iniziato a studiare canto e chitarra, e ho cercato di trasmettere questa passione anche ad Anthony e così nasce il nostro progetto.

Anthony: Io mi avvicino alla musica ad adolescenza inoltrata, trasportato anche dall’entusiasmo di mio fratello, era qualcosa che avevo necessità di esprimere.

D: Com’è lavorare tra fratelli? E’ più facile o difficile trovare un accordo?

R:Lavorare tra fratelli è facile ma allo stesso tempo difficile. Ci conosciamo bene, sappiamo i nostri pregi e difetti, ma questa può essere un’arma a doppio taglio perché poi si può andare incontro a litigi. Noi non litighiamo quasi mai, ci sono degli attriti che durano al massimo dieci minuti, siamo simili, ma in certi aspetti anche diversi e ciò ci rende compatibili.

D:  Come vi descrivereste in ambito musicale a chi non vi ha ancora ascoltato?

R:Siamo un duo che cerca di raccontare con le parole e la forza della musica cose e storie che si vivono quotidianamente… Potremmo definirci comunicatori.

D: Oltre che cantanti siete cantautori sia per voi che per altri. Come nasce una vostra canzone? Com’è scrivere un brano per un’altra persona?

R: Le canzoni le scriviamo partendo da delle basi armoniche, dove io improvviso una melodia. Quando ritornello e strofa sono definite, Anthony ricostruisce la melodia, usiamo inizialmente parole anche in inglese che abbiano un suono e una fonetica coerenti con la melodia, e cerchiamo di rispettare questa metrica poi anche nel testo definitivo. Per gli altri, come con Thomas, cerchiamo di costruire delle canzoni come un vestito, adattandole al range, costruendole sul cantante stesso. Le canzoni proprie, hanno una valenza forse maggiore.

D: Raccontateci del vostro ultimo singolo “Foglie di un tempo”, qual è la storia di questo brano? Cosa rappresenta per voi?

R:   Ci siamo ispirati alla storia di una persona a noi cara avvenuta in passato e parlare di questo argomento è sorto spontaneo, non potevamo scappare. Abbiamo cercato di romanzare il tema come la violenza sui minori. La musica può essere uno sfogo, uno strumento di salvataggio, ma anche un grande metodo per comunicare un messaggio.

D: Cosa si devono aspettare i vostri fan dal vostro album di esordio?

R: L’album sarà molto realista racconterà delle storie che tutti possono vivere. Era prevista ad aprile l’uscita, ma per ulteriori impegni è stato spostato, a maggio uscirà però un nuovo singolo. Tema principale dell’album saranno i ricordi.

D:  In cosa pensate la vostra vita sia cambiata grazie alla vostra musica?

R:La musica c’è sempre stata e probabilmente la nostra vita non è cambiata completamente, anche se negli ultimi 3 anni grazie alle collaborazioni, siamo cresciuti e cambiati, poiché quando diventa un lavoro diventa anche una responsabilità. Cerchiamo di unire passione e lavoro.

D: C’è un artista con il quale in futuro vi piacerebbe collaborare o per il quale vi piacerebbe scrivere una canzone?

R:Ci piacerebbe scrivere per Francesca Michielin, Michele Bravi o The Kolors e vorremmo collaborare con artisti della scena Hip hop come Gue Pequeno, Fabri Fibra, Marracash perché pensiamo la nostra musica possa legare con questo genere.

D: Quali sono i vostri futuri progetti?

R:Sogniamo di calcare il palco dell’Ariston, per i progetti parteciperemo come ospiti ad alcuni radio tour e ci sarebbero delle date live che saranno confermate nei prossimi mesi e settimane, e tra un mese il nuovo singolo.


Ringraziamo Alessio e Vittorio Conte per la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato, augurandogli di continuare a sorprenderci e sorprendersi.

Intervista realizzata da Manuela Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *