Alex Belli – La bellezza del traguardo

Parole che vanno al di là delle pagine
Parole che vanno al di là delle pagine
12 febbraio 2017
Agostino Lorusso - Kosmomagazine 1
Agostino Lorusso – Il bianco e il nero: i contrasti delle note
12 febbraio 2017
Alex Belli - Kosmomagazine

Attore e modello

Sito Web: Alex Belli
Facebook:
 Alex Belli
Instagram: @alexbelli



Alex Belli - Kosmomagazine 1


Alex Belli - KosmomagazineOggi è con noi Alex Belli, voto noto della modo e della televisione.

Dopo 5 anni di pianoforte e composizione musicale al conservatorio Arrigo Boito di Parma, in Alex scoppia la passione artistica musicale e si specializza in musica rock, pop e contemporanea, applicandosi con vari strumenti tra cui batteria, chitarra acustica, basso.

Grazie alla prima passione nata dalla musica la prima occupazione è la radio che inizia ad occupare i primi anni lavorativi prima di arrivare a milano…

A Milano dopo l’incontro con un booker di fashion, inizia a lavorare come modello. Nel 2005 debutta nel mondo della moda, partecipando alle varie sfilate della fashionweek di milano, sfilando per Giorgio Armani e Emporio Armani. Dal 2006 al 2007 gira il mondo in tutte le piazze più importanti della moda NewYork (wilhelmina models), Londra (M&p), Parigi (New madison) Hamburg (Modelwerk). Nel 2007 inzia la sua carriera come attore interprentando uno dei ruoli da protagonista nel musical La surprise de l’amour Dopo una breve pausa con il musical riprende la sua attività di modello riuscendo a prendere campagne come Armani collezioni, Zegna su misura, Boggi, Fabio Inghirami, Cotonella, Dach gym, Oro 24Karati, Parah. Nel 2009 esce in video in Italia con il famoso Spot della H3g con Claudia Gerini e sempre nel 2009 entra a far parte del cast di CentoVetrine su canale 5 con il ruolo da protagonista di Jacopo Castelli in onda dal 2010.

Lasciamo la parola ad Alex Belli, con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.


D: La tua carriera inizia nel mondo della moda. Se ti guardi indietro avresti mai pensato di essere quello che sei oggi?
R: Facendo un passo indietro, la mia storia artistica inizia dalla musica. Uscendo dal conservatorio come pianista, incontro come primo lavoro la radio, che è stata il motivo per il quale da Parma mi trasferisco su Milano, e solo successivamente, per potermi permettere di vivere, incontro il mondo della moda, che è stato non solo ossigeno economico ma anche il mezzo che mi ha dato la possibilità di girare il mondo. Pertanto la mia vita Artistica è un continuo trasformarsi ed evolversi condizionata da necessità, inspirazioni, incontri… e solitamente si sa da dove si parte ma non si sa dove si arriva: il bello anche di questo mestiere.

D: Cosa ti spinge a tentare la carriera nel mondo dello spettacolo?
R: L’ambizione Artistica talvolta è inspiegabile, ma sicuramente di base ho sempre avuto una forte passione per tutto quello che faccio che sia Musica, Arte, Recitazione ed è l’unico vero e proprio carburante che ti spinge e ti sostiene anche nei momenti difficili.

D: Come ti avvicini al mondo della recitazione?
R: Partendo dal Conservatorio, ho incontrato diverse forme di recitazione, dallo studio del canto che si sviluppava nella recitazione di opere liriche, al teatro, ma la vera svolta è stato l’incontro con la coach Fioretta Mari, che mi prese come allievo e mi diede una strada e un metodo da imparare e seguire.

D: Diventi noto al pubblico grazie al personaggio di Jacopo Castelli nella soap opera “CentoVetrine”. Come hai vissuto il primo impatto con questo personaggio?
R: Entrare in una produzione di lunga serialità avviata, è un po’ come prendere un treno ad Alta Velocità in corsa, perciò è stata un esperienza forte ma molto impegnativa, per la mole di scene che ogni giorno si dovevano girare e l’immensa mole di memoria che dovevi studiare, ma come in tutte le cose sono bastati impegno e dedizione ed il collimarsi con il sistema produttivo non è stato impossibile, anzi lo definirei esperienza Formativa e Unica.

D: Che ruoli o che genere di film ti piacerebbe interpretare in futuro?
R: Per un attore non esistono ruoli preferiti; tal volta mi è capitato di interpretare personaggi dalla linea cattiva e divertirmi tantissimo e viceversa. Per il futuro chi lo sa!?

D: Quali sono i prossimi progetti che ti vedranno coinvolto?
R: Ho appena finito di girare due Fiction targate Mediaset in due ruoli diversi: una è Furore, seconda serie (Ares Film) dove interpreto l’arch. Luigi Grollero, storia complessa tra emigrati del su Italia e il tessuto sociale Ligure; l’altro personaggio è il Conte Livio Farnesi in “Sacrificio d’Amore”, nuova serie ambientata nei primi del’900, che vedremo prossimamente su Canale 5.

 


Ringraziamo Alex Belli per la sua collaborazione e per il tempo che ci ha donato,con l’augurio di proseguire in questo meraviglioso percorso.

 

Recensione a cura di Stefania Meneghella
Intervista realizzata da Manuela Ratti
Pubblicazione a cura di Roberta Giancaspro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *